Ufficio Fabbrica Creativa. The Italian Way!

A cura di:

Cosmit, nell’ambito della promozione del SaloneUfficio 2011, propone un evento speciale in occasione dei Saloni 2010. All’interno della Sala Franci del Centro Congressi di Fiera Milano Rho sarà allestito uno spazio in cui protagonisti saranno immagini, idee e spunti di riflessione sul concetto di “Ufficio Fabbrica Creativa. The Italian Way!”, ovvero un nuovo modo di pensare, progettare e allestire gli spazi di lavoro che, in linea con l’immagine del made-in-Italy, sappia coniugare benessere e produttività, design e funzionalità.

Focus di questo allestimento sarà un incontro in calendario venerdì 16 aprile, dalle 12.00 alle 14.00, che, rompendo gli schemi, propone una visione nuova, quella che Cosmit chiama appunto Italian Way.

Con un format totalmente innovativo, infatti, e alcune modalità di intervento che alterneranno momenti di discussione a momenti di puro divertimento, l’incontro indagherà i temi dell’ufficio come investimento, come polo attrattivo dei migliori lavoratori e come strumento di comunicazione dell’identità aziendale.
Parleranno dell’ufficio come frutto di un processo produttivo non casuale e che deve tener conto di una molteplicità di fattori: Franco Guidi, Amministratore Delegato DEGW Italia; Enrico Cietta, economista partner Diomedea; Giuseppe Varchetta, psicosocioanalista; Paolo Del Debbio, editorialista; Renato Mannheimer, presidente Ispo, coordinati da Antonello Piroso, direttore di LA7 News e “disturbati” da Enrico Bertolino.

Spunto del dibattito i risultati della ricerca di Assufficio condotta dall’Area Studi Diomedea sulla relazione tra investimento nello spazio di lavoro e performance economica, il position paper di DEGW Italia con una proposta su un nuovo paradigma per gli spazi ufficio, e il sondaggio di ISPO condotto sui lavoratori.

Dal forum “Ufficio Fabbrica Creativa. The Italian Way!” del 16 aprile dovranno emergere suggerimenti e idee per incidere sull’atteggiamento dell’utilizzatore e quindi, indirettamente, sull’acquirente e proporre un modo diverso di “vendere” l’ufficio, non come prodotto ma come investimento/servizio.

Per accreditarsi clicca qui