Progetto Ulisse: nuovo Convegno a Firenze

A cura di:

Nel 2001 AITEC (Associazione Italiana Tecnico Economica del Cemento), ASSOBETON (Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi) ed ATECAP (Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato) hanno avviato il più importante progetto promozionale interassociativo a sostegno del calcestruzzo armato e precompresso e dei manufatti in cemento. L’iniziativa, denominata “Progetto Ulisse”, ha come missione quella di rivitalizzare la cultura del cemento, promovendolo come materiale di valore e qualità per le costruzioni del futuro.

Da un punto di vista strategico, gli obiettivi che Progetto Ulisse intende perseguire possono essere sintetizzati nella valorizzazione delle costruzioni in cemento armato, nella promozione del calcestruzzo di qualità (prestazioni,durabilità, ecc.) e nella diffusione dei principi per una corretta progettazione, prescrizione e messa in opera del calcestruzzo armato e precompresso.
Volendo ripercorrere i primi due anni e mezzo di attività, i temi che Ulisse ha affrontato con priorità, su proposte delle Associazioni, hanno riguardato: masselli autobloccanti, strutture di c.a. in zona sismica, resistenza al fuoco delle strutture di c.a., calcestruzzi autocompattanti, calcestruzzi leggeri ad alta resistenza, fibrocemento ecologico.
Le risultanze di tali iniziative sono state veicolate attraverso un’importante attività di divulgazione, corsi universitari e di aggiornamento professionale, nonchè con la diffusione di articoli e pubblicazioni.

E’ in questo contesto che si inserisce il Convegno che si terrà a Firenze il 23 giugno (c/o Unione industriali della Provincia di Firenze, via Valfonda 9) dal titolo “Progetto Strade Nuove: come rendere più sicure le strade urbane con l’impiego dei masselli di calcestruzzo”.

Ricerche condotte nell’ambito della sicurezza stradale hanno dimostrato come il 75% degli incidenti avvenga nell’ambito della viabilità urbana. Una progettazione accurata e la scelta di materiali idonei rappresentano un valido strumento per aumentare la sicurezza stradale.
A tal fine le pavimentazioni in masselli di calcestruzzo, grazie alle loro specifiche peculiarità, tra queste la rugosità superficiale, che incide sugli spazi di frenata, e la diversità di colore, che migliora la visibilità stradale, consentono di realizzare importanti interventi finalizzati alla limitazione della velocità dei veicoli.

Gli interventi di “traffic calming” eseguiti con masselli autobloccanti da alcuni anni si stanno sviluppando anche a livello nazionale e sono molte le Pubbliche Amministrazioni che hanno già introdotto questi sistemi quali elementi moderatori del traffico. Per tutte le soluzioni applicative, che sono molteplici e strettamente correlate alle esigenze specifiche degli utilizzatori (pedoni, commercianti, servizi di emergenza, disabili, ipovedenti, ecc.), il massello autobloccante ha dimostrato di essere il prodotto più idoneo in termini di risultato finale, affidabilità e durata nel tempo.

Programma

Ore 9.45
Welcome coffee e registrazione partecipanti

Ore 10.00
Saluto e introduzione ai lavori
Presentazione del Progetto Ulisse
Dr. Antonio Caberlotto, Presidente Sezione Blocchi e Pavimenti Assobeton

Ore 10.15
Interventi di moderazione del traffico
Esperienze progettuali e realizzazioni in ambito europeo e nazionale
Arch. Mauro Cozzi e arch. Silvia Ghiacci, Studio di Pianificazione Urbana, Milano

Ore 11.30
Soluzioni applicative di moderazione del traffico e sicurezza stradale con pavimentazioni in masselli autobloccanti
Ing. Massimo Colombo, esperto in Tecnologia delle Pavimentazioni Modulari in Calcestruzzo

Ore 12.00
L’intervento di riqualificazione di Via A. Zani – Fidenza (PR) e altri esempi di pavimentazioni stradali urbane in masselli di calcestruzzo
Ing. Rita D’Alessandro, responsabile Progetto Strade Nuove

ore 12.30
Dibattito

Per informazioni:
www.assobeton.it