Lo Sportello Unico dell’Edilizia gestito via Web

A cura di:

Con lo Sportello Unico dell’Edilizia previsto dal T.U. entrato in vigore a luglio, si dovrebbero concentrare in un unico ufficio tutte le richieste di informazioni e tutte le pratiche burocratiche che riguardano nuove costruzioni e ristrutturazioni.
Questo ufficio, a disposizione dei proprietari di immobili e dei professionisti, ha come compito principale quello di ricevere la Dia (denuncia di inizio attività dei lavori edili) e di rilasciare i permessi a costruire e i certificati di agibilità. Ma deve anche dare informazioni, sull’iter delle pratiche, sui moduli previsti, e sulle leggi e norme urbanistiche. Non solo: deve recepire tutte le richieste di permessi di qualsiasi tipo. Per esempio se il cittadino deve farsi dare un nulla osta dai Vigili del Fuoco (perché ha rifatto il locale caldaia), oppure dal Ministero per i Beni Culturali (perché l’immobile è vincolato), sarebbe questo ufficio a doversi dare da fare per dare al cittadino il prestampato di domanda, accogliere la domanda stessa, trasmetterla all’ufficio competente e infine ricevere la necessaria risposta.
Una vera e propria rivoluzione copernicana si ha quando lo Sportello Unico dell’Edilizia è gestito via Web, le amministrazioni possono così offrire agli utenti una valida alternativa alle code davanti agli sportelli degli uffici “fisici”.
Tra i principali comuni ad aver adottato un applicativo informatico, più o meno completo, vi sono: Bologna, Milano, Modena, Torino, Venezia, etc.
Prossimamente sarà on line anche lo Sportello Unico dell’Edilizia di Roma, e.. speriamo quello di tanti altri comuni.