Italia e Cina: lanciata una nuova partnership culturale

A cura di:

Grande successo per la visita ufficiale del MiBAC in Cina.
La delegazione, guidata dal Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio culturale, Mario Resca, è infatti tornata ieri da Pechino con la firma di nuovi accordi di cooperazione a lungo termine con i più importanti Musei cinesi.
Nel corso della quattro giorni cinese, Resca ha incontrato tutti i Direttori dei principali musei di Pechino. In particolare, Lu Zhangshen, il Direttore del nuovo Museo nazionale della Cina (che aprirà a fine anno e che con i suoi 190 mila metri quadrati affacciati sulla piazza Tienanmen sarà il più grande al mondo), ha ufficializzato la concessione in gestione all’Italia di uno spazio permanente di mille metri quadrati per la valorizzazione del patrimonio culturale italiano.
La delegazione del MiBAC ha inoltre siglato un documento d’intesa per un piano quinquennale con la Fondazione culturale Gehua, partner del World Art Museum, dove negli ultimi mesi ha avuto grande successo la mostra congiunta “I due Imperi, Han e romano”, che il prossimo autunno inaugurerà l’Anno culturale della Cina in Italia. La dichiarazione congiunta, siglata alla presenza del Vice Ministro della cultura, Zhao Shaohua, prevede, fino al 2014, una serie di progetti espositivi itineranti in altre località della Cina, nonché la possibilità di ospitare in Italia progetti cinesi. La Direttrice del World Art Museum, Wang Limei, ha inoltre invitato Resca a far parte dell’Advisory Board del Museo.
In via di definizione un accordo di cooperazione di lungo periodo della promozione e di scambio di esperti, con il Museo della Città proibita.
“L’alleanza fra le nostre due culture, le più importanti al mondo, è un obiettivo strategico” -ha dichiarato Resca, esprimendo massima soddisfazione per il successo avuto dalla missione- “La Cina è un Paese con il quale dovremo confrontarci nei prossimi cento anni”.

Il MiBAC avrà disposizione uno spazio permanente di 1000mq per la valorizzazione del patrimonio culturale italiano, nel nuovo Museo Nazionale della Cina in Piazza Tienanmen.