Festival “Architettura in Città” a Torino

A cura di:

Dopo il grande successo della prima edizione della scorsa estate, il Festival “Architettura in Città” torna con un intenso programma di iniziative culturali a popolare spazi aperti e luoghi privati a Torino e nell’area metropolitana dal 30 maggio al 2 giugno 2012. Promosso dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Torino e dalla Fondazione OAT, il festival di Torino si differenzia da altre simili manifestazioni in Italia e in Europa come occasione per avvicinare all’architettura un pubblico vasto attraverso la complicità di altre forme progettuali e artistiche. Nove le categorie tematiche all’interno delle quali sono raccolte le numerose iniziative; sei già presenti in calendario nella prima edizione: architettura e design, città e paesaggio, arte, teatro e cinema, musica, libri; tre che fanno la loro comparsa per la prima volta: smart, radical e educational.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio di Città di Torino, Provincia di Torino e Regione Piemonte insieme alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino, al Collegio Costruttori Edili di Torino e al Consiglio Nazionale degli Architetti.

Sul tema smart sono inoltre numerosi gli eventi proposti dal Politecnico di Torino: molti degli appuntamenti (21 maggio – 4 giugno) al Castello del Valentino verteranno sul tema degli spazi pubblici, appuntamenti e una mostra sulla formazione di architetti e designer, un convegno sulla smart city in montagna e una mostra sui lavori degli studenti.
Inoltre SIAT Società Ingegneri Architetti Torino propone il 31 maggio Torino e Milano: cooperazione competitiva per una smart region, incontro collegato alla rivista “Atti e Rassegna Tecnica”; la città di Ivrea il 1 giugno organizza Smart Living Ivrea, una conferenza sul ruolo civile che i musei possono svolgere tramite le nuove tecnologie. L’Energia spiegata. Festival dell’Energia il 2 giugno presenta il libro “City 2.0”

All’interno del tema radical si inserisce la produzione più importante della Fondazione OAT: la mostra Radical City curata da Emanuele Piccardo, visitabile dal 30 maggio al 30 giugno all’Archivio di Stato di Torino. La mostra affronta il tema della città come spazio di sperimentazione delle teorie espresse dall’architettura radicale italiana, attiva dal 1963 al 1973 e per molti anni esclusa dalla storia dell’architettura ufficiale, ad opera di Archizoom, Superstudio, UFO, Gianni Pettena, Ugo La Pietra, Pietro Derossi/Strum, 9999, Zziggurat.

Tutti gli eventi sono aperti al pubblico (alcuni a pagamento) e quelli organizzati direttamente dall’Ordine e dalla Fondazione OAT sono gratuiti.

Festival ARCHITETTURA IN CITTÀ
Torino e area metropolitana 30 maggio – 2 giugno 2012
www.architetturaincitta.it