Everyday life design: Matthew Hilton

A cura di:

Tomdesign, design gallery a Torino, presenta la prima mostra personale in Italia di Matthew Hilton.
Dal 20 ottobre al 6 novembre lo spazio di Corso San Maurizio presenterà un’ampia retrospettiva dei pezzi più significativi del designer inglese. Con questo evento, la galleria sottolinea ancora una volta la sua vocazione alla ricerca nell’ambito del design internazionale.

La mostra organizzata da tomdesign, accanto alla produzione storica di Hilton, presenta alcuni pezzi delle nuove collezioni del designer inglese: lo scrittorio Orson, i contenitori della collezione McQueen e Different trains, la famiglia di sedute Windsor e infine la poltrona Hide. Ciascun pezzo rappresenta appieno la filosofia di Matthew Hilton: oggetti dove si mescolano funzionalità e bellezza, tradizione e modernità. Il connubio con De La Espada nasce proprio da questa visione comune e dalla vocazione artigiana dell’azienda anglo-portoghese che dal 2008 produce e distribuisce il marchio Matthew Hilton Ltd.

Orson Desk
Il top in legno massello dello scrittorio Orson è sostenuto da una struttura di rinforzi in metallo che ne garantisce la stabilità. Il legno, infatti, è materia quasi vivente che si contrae e si espande a seconda delle condizioni ambientali dello spazio in cui si trova e la struttura metallica previene proprio queste deformazioni. Matthew Hilton ha voluto mantenere un profilo snello senza rinforzi ingombranti, motivo per cui questa scrivania utilizza questa innovativa soluzione di contenimento. Il design della scrivania incorpora soluzioni di storage semplice ed efficace grazie ai tre cassetti e allo spazio per nascondere i cavi.

Windsor Chairs
Le Windsor chairs sono realizzate in legno massello utilizzando le tradizionali tecniche di produzione di queste particolari sedute, qui presentate in quattro versioni diverse. Gli archi della struttura sono piegati a vapore, mentre le sedute sono intagliate e la struttura è resa solida da un insieme di giunti a tenone. Matthew Hilton ha scelto di realizzare questi arredi utilizzando legni diversi a contrasto, nello specifico frassino e noce, in modo da evidenziare proprio gli incastri dei singoli componenti. L’attenzione per la semplicità della linea è evidente: le aste della spalliera sono disposti a raggiera e gli archi hanno tutti lo stesso raggio di curvatura. A differenza delle storiche Windsor Chair, Matthew Hilton ha deciso di eliminare gli elementi a croce caratteristici della base e ha preferito invece aumentare lo spessore del legno di seduta.

Cassettiera McQueen
McQueen è una cassettiera in legno massello costruita partendo da una struttura a scatola. I cassetti sono impreziositi da giunti a coda di rondine, un dettaglio estetico e allo stesso tempo funzionale, con l’interno in legno di tiglio. Questo materiale è meno sensibile agli sbalzi di temperatura rispetto al noce o al rovere, e garantisce la massima scorrevolezza dei cassetti anche in caso di alte percentuali di umidità. I cassetti sono tutti inseriti a mano all’interno della struttura, un lavoro molto accurato che viene effettuato da un falegname che si assicura personalmente che tutte le fughe siano di 2,5 mm. Ed è proprio questa parte di lavoro che assicura la bellezza e l’aspetto artigianale del pezzo.

Different Trains
La caratteristica principale di Different Trains sono i lunghi piani orizzontali in legno massello. Ciascun piano è legato all’altro con dei bulloni in modo da creare una struttura solida. Pannelli verticali intervallano la struttura per assicurare ulteriore solidità a questo contenitore.

Hide Chair
La struttura delle Hide Chair è formata da un sistema di pannelli infilati l’uno dentro l’altro per creare una struttura rigida a cui si applica poi l’imbottitura e il rivestimento in cuoio.

In mostra saranno inoltre esposti : Light Oval Table, Thin Side Table, Hepburn Sofa e le sedute Fin Dining Chair, Tapas Dining Chair, Manta Dining Chair e Colombo Dining Armchair.

Everyday life design: Matthew Hilton
20 ottobre – 6 novembre 2011