Ecosistema urbano

A cura di:

La Triennale di Milano ospita l’ultimo appuntamento degli incontri di architettura naturale per il 2009 che chiude l’intensissimo programma di eventi, sintetizzato nello slogan 20anni20eventi, che ha caratterizzato il ventesimo anno di vita dell’Associazione Nazionale Architettura Bioecologica.
Ospiti dell’evento gli architetti madrileni dello studio [ecosistema urbano], che presenteranno i loro progetti e il loro innovativo approccio al mestiere di architetto.
Le ormai storiche “quattro erre” della sostenibilità, ossia “riduci, ripara, ricicla, riusa”, sono state elaborate pensando soprattutto ai nostri consumi, al nostro circondarci di beni e oggetti e al loro tradursi in un flusso montante di rifiuti. Occupandosi invece del contesto in cui gran parte di questo consumo avviene, ossia la città, il gruppo madrileno [ecosistema urbano] ha elaborato un più complesso decalogo, “dieci erre” che affiancano a concetti come il riuso e il riciclo, consolidati anche nel dibattito sul progetto urbano e architettonico, altre voci: ripensa, rivedi, reagisci, rigenera, rivitalizza, rinaturalizza, riconfigura, riprogramma.
Velleità? No, ma certamente si tratta di obiettivi che implicano un modo di operare molto distante da quello che tradizionalmente si associa ad uno studio di progettazione. [ecosistema urbano], gruppo giovane ma già vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali, si definisce come “una struttura aperta, dedicata alla ricerca nel campo dell’architettura e del design, caratterizzata da una elevata sensibilità verso l’ecologia e le sue relazioni con la sostenibilità delle città e del pianeta. E per chiarire la propria posizione afferma che “gli architetti devono smettere di pensare esclusivamente in termini materiali. […] L’uso di mezzi immateriali è importante quanto quello di strumenti materiali. L’architetto contemporaneo è un manager che cerca l’ottimizzazione tra budget ed energie disponibili”.
La sostenibilità negli insediamenti urbani va pensata quindi con strumenti diversi rispetto a quelli del costruire. Non produce necessariamente ulteriore costruito, anzi, si esprime molto di più attraverso azioni e strategie che non hanno bisogno di materiali e strutture.
Quella di [ecosistema urbano] sarà perciò una lecture focalizzata tanto sull’architettura quanto sulla comunicazione, un fattore che sta diventando centrale per la cultura contemporanea del progetto.

[Ecosistema Urbano] architetture contro la sovracrescita
venerdi 4 dicembre 2009, h. 15,00
La Triennale di Milano

Per ulteriori informazioni
www.anab.it