Slowood: legni arti mestieri

A cura di:

In occasione della prima edizione di Technodomus, salone delle tecnologie per la lavorazione del legno e componenti per l’edilizia che si è svolto a Rimini dal 11 al 14 marzo, la mostra evento "Slowwood: legni arti mestieri" organizzata da Culturalegno (www.culturalegno.org) in collaborazione con Rimini Fiera, ha catalizzato l’interesse di numerosi visitatori.
L’associazione friulana, nata nel 1990, sta sviluppando una serie di manifestazioni il cui comune denominatore è l’interazione tra il pubblico e gli animatori dell'evento: un modo innovativo di diffondere la cultura artigianale ed artistica legata al legno e effermare il vincolo di affinità che lega l’uomo alla natura.
Promotrice anche di "TOP-LEÌN Legni da salvaguardare" un percorso di conoscenza delle specie legnose piuÌ pregiate del mondo, con un'attenzione particolare al rinnovo delle risorse e alla sostenibilità presentato per la prima volta nel settembre 2008 a Manzano (Ud), in collaborazione con il  comune di Manzano e l’Assessorato alla Cultura della provincia di Udine, Culturalegno ha confermato con l’evento di Rimini la sua vocazione a promuovere iniziative per far conoscere il legno, una materia che da sempre accompagna lo sviluppo sociale e culturale dell’uomo, avvicinandolo ad esperti o semplici curiosi con modalità innovative e coinvolgenti.
A Rimini il tema centrale sono state le lavorazioni, in particolar modo la tornitura, che trasformano il legno in una materia artistica, attraverso l’impiego di strumenti senza tempo, antichi ma attualì.
I maestri tornitori Giovanni Rigoni, Tullio Faifer, Michele Dalla Riva, e il liutaio Ivan Milic, sono stati i protagonisti di una lunga performance nel corso dei quattro giorni dell’esposizione durante la quale hanno applicato dal vivo le loro tecniche artigianali e utilizzato gli strumenti del loro lavoro sotto gli occhi di un pubblico partecipe e interessato.
Partner di Culturalegno per l’evento Slowwood è stata ECO.is con il proprio marchio 4WOOD, che ha fornito materiali e invitato gli artisti protagonisti.
Come di consueto per le iniziative di Culturalegno, a Rimini per l’evento Slowwood sono state esposte anche alcune sezioni della Xiloteca  Lignamundi, collezione privata concessa in uso a Culturalegno da Gianni Cantarutti (www.cantaruttigianni.com): una raccolta sistematica di campionature di legni di tutto il mondo utilizzata per lo studio tecnologico dei materiali e la valorizzazione delle caratteristiche delle specie.