Qualita architettonica e riqualificazione paesaggistica

A cura di:

La Regione Emilia-Romagna, da sempre attenta alle politiche di tutela e riqualificazione urbana, ha negli ultimi anni delineato un nuovo quadro programmatico in materia di qualità architettonica ed edilizia, disciplina, tutela e promozione del territorio, recupero e riqualificazione urbana, politiche abitative.

Nell’ambito di tale quadro, appare di grande importanza la L.R. 16/02 “Norme per il recupero degli edifici storico-artistici e la promozione della qualità architettonica e paesaggistica del territorio”, con la quale l’Assessore regionale alla Programmazione Territoriale, Pier Antonio Rivola, ha inteso riformare la disciplina sul recupero edilizio, urbanistico e ambientale degli insediamenti storici promuovendo, nel contempo, il miglioramento della qualità architettonica e il rilancio dei valori paesaggistici.

A testimonianza del consenso che la legge 16 ha ottenuto basti citare che il numero di domande presentate sul primo bando, scaduto lo scorso 24 novembre, ammonta a circa 600. Ciò dimostra l’evidente interesse dei Comuni a realizzare la pianificazione attraverso progetti che puntino alla qualità architettonica e alla riqualificazione paesaggistica e ambientale. In questo senso risulta evidente che a fronte delle numerose richieste che sono pervenute, tutte meritevoli di attenzione e d’interesse, la selezione, resa obbligatoria dalle risorse finanziarie, premierà i casi che rivestono maggiore emblematicità e significato.

Al fine di contribuire all’istruttoria per la selezione delle domande, che verrà operata da un nucleo di valutazione interno alla Regione, Oikos Centro Studi è stato incaricato di fornire un’attività di consulenza istituendo una commissione tecnico-scientifica che effettuerà una prima disamina della documentazione pervenuta, esprimendo un’opinione preliminare nel merito e individuando indicatori di qualità per interventi di recupero edilizio, di manutenzione urbana e di valorizzazione degli spazi pubblici, anche per orientare le future domande in vista dei prossimi bandi previsti.

La commissione tecnico-scientifica, che ha già avviato la propria attività istruttoria, è presieduta dalla Prof. Felicia Bottino e composta dalla Prof. Luisella Gelsomino, dall’Arch. Piero Orlandi (Regione Emilia-Romagna), dal Prof. Mario Lupano, docente di Storia dell’Architettura Contemporanea, architettura del paesaggio, storia e teoria del design all’Università degli Studi di Bologna, dalla Prof. Mili Romano, docente di Antropologia culturale all’Accademia di Belle Arti di Bologna e dal Prof. Vittorio Savi, docente di Storia dell’Architettura contemporanea all’Università degli Studi di Ferrara.

Per informazioni:
www.oikoscentrostudi.com