Ottimismo da Xylexpo 2010

A cura di:

Ci sono chiari segnali che la forte stagione di crisi che ha sconvolto anche il settore delle tecnologie per la lavorazione del legno sta volgendo al termine. E’ quanto emerso in occasione dell’ultima edizione di Xylexpo, svoltasi presso il quartiere fieristico di FieraMilano-Rho dal 4 all’8 maggio scorso. Soddisfazione diffusa fra moltissimi dei 652 espositori presenti, di cui 225 da oltre confine, che hanno occupato un’area espositiva netta di 42.500 metri quadrati e hanno avuto modo di incontrare 51.480 visitatori, di cui il 48 per cento stranieri.

Ma al di là dei numeri assoluti, che in una stagione come quella attuale devono essere letti con particolare attenzione, c’è da sottolineare l’atmosfera vissuta a Milano: “E’ stata una buona fiera”, ha commentato il direttore generale di Xylexpo Paolo Zanibon. “Sapevamo di dover fare i conti con una stagione difficile, con un commercio mondiale delle tecnologie per il legno complessivamente in calo del 37,5 per cento. Ma Xylexpo ha tenuto, dimostrando di meritarsi ancora una volta il ruolo che svolge da 42 anni nel calendario mondiale delle rassegne di settore”. “Non sono frasi fatte”,ha aggiunto Ambrogio Delachi, presidente di Acimall, Associazione costruttori italiani macchine e accessori per la lavorazione del legno, che organizza la rassegna tramite Cepra spa (Centro promozionale Acimall). “Molti espositori mi hanno personalmente raccontato la loro soddisfazione e la grande qualità dei visitatori arrivati a Milano, effettivamente interessati ad acquistare soluzioni e tecnologie nei prossimi mesi. Imprenditori che non si sono limitati a “passeggiare” fra gli stand, ma che hanno la necessità di aggiornare i propri impianti produttivi. Una fiera dove si sono firmati ordini, cosa che non accadeva da tempo!”.
 Comunicate anche le date del prossimo appuntamento con Xylexpo, che si svolgerà a FieraMilano-Rho dall’8 al 12 maggio 2012.