La domotica su misura

BTICINO

PRESSO – Kook Sharing Experience è il primo locale al mondo progettato e arredato come la casa dei sogni, a disposizione di chiunque e per il tempo che si vuole, per una serata con gli amici, una cena, un evento aziendale o semplicemente per un pò di relax. Nato da un’idea condivisa da tre trentenni, Claudio Garosci, Valeria Baggia ed Ivan Annoni, PRESSO è uno spazio di 400 mq in Via Paolo Sarpi a Milano, quartiere oggetto di un intenso lavoro di riqualificazione che ha recentemente restituito alla città un’elegante isola pedonale con pista ciclabile, verde urbano, laboratori d’arte contemporanea e locali. Inaugurato ad aprile 2013, PRESSO ha aperto i suoi spazi poco prima del Salone del Mobile, periodo strategico in cui Milano si anima di eventi e creatività, ed ha già ospitato privati e aziende, conferenze stampa, lanci di nuovi prodotti e registrazioni di programmi televisivi.
PRESSO è un luogo pensato per vivere e condividere le proprie passioni, che ospita al suo interno tre tipologie di abitazioni, completamente arredate nel segno dell’eccellenza del design italiano e con tutto il necessario per passare del tempo fuori casa come se si fosse a casa propria. Oltre a 3 spazi living ed a 3 cucine, sono disponibili una sala cinema ed una sala musica e lettura, tutto in affitto. L’originale format invita gli ospiti a scoprire i prodotti attraverso il loro utilizzo, facendone esperienza diretta e toccando con mano tutto il meglio che il mercato offre per l’ambiente domestico, da PRESSO infatti convivono le eccellenze di vari settori, arte, arredo & design, food & beverage, elettronica ed elettrodomestici. Tra queste anche BTicino, che è stata scelta per l’allestimento domotico delle 3 case.

1

Abbiamo incontrato Ivan Annoni e Valeria Baggia, due dei tre soci fondatori.
“L’idea è nata pensando alla peculiarità di chi vive a Milano, dove spesso è difficile vivere la convivialità tra amici a causa della mancanza di spazi. PRESSO si sviluppa da questo concetto come una casa a disposizione degli utenti, ma la sua versatilità è perfetta per ospitare qualsiasi tipo di esigenza” – spiega l’architetto Ivan Annoni –  “Lo spazio è stato concepito pensando a tre grandi appartamenti differenti per grandezza, layout e tipologia. Al piano terra ci sono le case Urban e Crossover, due ambienti dal gusto internazionale, moderno e funzionale, per piccoli gruppi, su una superficie totale di 150 mq, mentre la casa Luxury, 130 mq con cucina, soggiorno, sala cinema e sala musica, è al primo piano.
Tutto lo spazio è stato progettato per garantire la massima flessibilità futura, anche dal punto di vista progettuale, perché vogliamo offrire a tutti gli sponsor la possibilità di poter allestire lo spazio come meglio credono, così come i nostri utenti hanno la possibilità di utilizzarlo come preferiscono. Questa estrema flessibilità si ritrova anche a livello impiantistico: grazie all’impianto domotico che abbiamo installato con BTicino, infatti, ogni utente può customizzare come preferisce il proprio spazio, per poterlo vivere a seconda delle esigenze, esattamente come se fosse a casa propria.

2

Attraverso l’impianto domotico MyHome di BTicino, l’utente può controllare e gestire una serie di funzioni, ad esempio impostando lo scenario luminoso che preferisce, regolando l’apertura e la chiusura delle tende, così come la temperatura dei vari ambienti della casa. Ogni appartamento è dotato di un pannello di gestione touch screen, facilissimo da utilizzare e che rende l’ambiente totalmente autonomo, grazie al quale il nostro utente può gestire la casa da solo, può venire qui con la propria spesa e gli amici, e vivere una serata rilassante come se fosse a casa propria”.

3

“Spesso la domotica è erroneamente percepita come qualcosa di difficile, che il cliente fatica a capire – interviene Valeria Baggia, giovane ingegnere gestionale con un passato come consulente strategico nell’industria del largo consumo – Qui la particolarità della domotica è che concentra nel pannello touch screen tutta la gestione dell’ambiente, in maniera molto elementare ed intuitiva. Quindi da un unico dispositivo di interfaccia l’utente gestisce funzionalità diverse, dal riscaldamento, all’illuminazione, alla musica, alla televisione. La particolarità è che anche se l’utilizzatore si trova qui per la prima volta e non ha mai utilizzato la domotica, si può interfacciare con l’ambiente in modo rapido, semplice ed intuitivo”.
L’impianto domotico MyHome, installato dalla società Ratti Giuseppe Impianti Elettrici, garantisce estrema flessibilità sia agli utenti che alla struttura stessa: PRESSO è uno spazio mutevole ed in continua evoluzione, i cui allestimenti possono cambiare ed alternarsi a seconda dell’avvicendamento di sponsor e fornitori diversi. Le infinite possibilità che offre la domotica sono quindi molto vantaggiose anche da questo punto di vista, poiché essa consente di modellare scenari e funzioni a seconda delle esigenze che di volta in volta caratterizzano lo spazio.
Oltre alle tre case, all’interno di PRESSO c’è anche Immaginaria, spazio interamente dedicato alla comunicazione ed agli sponsor che hanno abbracciato questo progetto: dagli arredi alle installazioni artistiche, qui si trovano brochure informative su carta, cataloghi e tre pannelli touch in cui gli utenti possono approfondire la conoscenza dei fornitori partner del progetto. Infatti, oltre ad essere un luogo per ospitare qualsiasi tipo di necessità, PRESSO è anche un nuovo format pubblicitario legato all’esperienzialità, un vero e proprio show room attivo.

4

SCHEDA
Committente: Kook Sharing srl, Piazzale Cadorna 2, Milano
Progettista architettonico: Annoni Associati, via Dante Chiasserini 68, Milano
Installatore: Ratti Giuseppe Impianti Elettrici, C.so Carlo Alberto 17A, Lecco
Materiali: MyHome BTicino

BOX MY HOME

My Home è la domotica di BTicino e rappresenta il nuovo modo di progettare l’impianto elettrico. My Home amplia l’orizzonte di progettazione e rende la vita più semplice e funzionale, grazie all’utilizzo di un’unica tecnologia impiantistica: il Bus digitale. L’impianto realizzato su Bus si applica in qualsiasi contesto abitativo e terziario con soluzioni evolute in termini di comfort, sicurezza, risparmio energetico, multimedialità, controllo locale o remoto.
La modularità installativa e l’integrazione funzionale dei diversi dispositivi offrono la libertà di scegliere quali applicazioni adottare inizialmente e quali integrare nel futuro, senza importanti interventi strutturali e con un’ottima gestione dei costi.

Con il sistema My Home, l’impianto è costituito da dispositivi intelligenti collegati fra loro mediante una linea Bus dedicata sia allo scambio delle informazioni che al trasporto della tensione di alimentazione a 27 V d.c.. Il supporto fisico è costituito da un cavo a coppie ritorte non schermato, che può essere posato insieme ai cavi di potenza e collega in parallelo tutti i dispositivi dell’impianto.
Il sistema comprende alimentatore, attuatori e comandi.
L’alimentatore fornisce energia elettrica alla linea Bus in bassa tensione (27 V d.c).
Gli attuatori sono preposti al comando dei carichi e sono collegati sia alla linea Bus che alla linea di potenza (230 V a.c.). I comandi sono collegati unicamente al Bus e forniscono agli attuatori, in base alla configurazione, l’istruzione da svolgere.

In funzione dei sistemi My Home che si desidera installare, è possibile scegliere tra due diverse tipologie di cablaggio:

  • cablaggio con struttura libera, per impianti di automazione, antifurto, risparmio energetico e termoregolazione;
  • cablaggio con struttura a stella, per l’integrazione in un’unica conduttura degli impianti videocitofonici, diffusione sonora, telefonia, TV/SAT e trasmissione dati.

La Tecnologia
Ogni dispositivo connesso al sistema è dotato di circuito di interfaccia e di una propria intelligenza, costituita da un microprocessore programmato, per mezzo del quale il dispositivo è in grado di riconoscere l’informazione a lui destinata ed elaborarla per realizzare la funzione desiderata.
Affinché ciascun dispositivo in un sistema BUS svolga correttamente la funzione prevista, esso deve essere opportunamente configurato mediante indirizzo e modalità di funzionamento. Questa configurazione può essere effettuata scegliendo tra le due modalità:

  • configurazione fisica, inserendo ad innesto nelle apposite sedi dei dispositivi denominati configuratori.
  • configurazione virtuale, grazie al software denominato VIRTUAL CONFIGURATOR, installato in un PC fisso o palmare, che consente la configurazione e la diagnostica dei dispositivi.

PRESSO ha ottenuto diversi riconoscimenti per l’innovazione:

  • Vincitore del concorso Assolombarda «Dall’Idea all’Impresa»;
  • Finalista al «Mind the Bridge Venture Camp 2012», prestigiosa vetrina per start-up innovative;
  • Finalista al concorso «Ripartiamo dalle Idee», indetto da Corriere della Sera, Armando Testa, SDA Bocconi e Intesa Sanpaolo;
  • Finalista all’«Intesa Sanpaolo Start Up Initiative – Technologies for Fashion&Design 2012», programma globale promosso da Intesa Sanpaolo per lo scouting di start-up innovative.



Altri articoli riguardanti l'azienda

Altri prodotti dell'azienda

Approfondimenti

Domotica e disabilità

Domotica e disabilità

Nella vita di tutti i giorni siamo abituati, all’interno delle nostre case, a compiere una quantità ...

Progetti

The Number 6

The Number 6

Nel cuore della città di Torino, accanto a Piazza San Carlo, un importante intervento di recupero ...

Focus prodotti

BTICINO produce nelle seguenti categorie