Il nucleare cerca studenti e laureati

A cura di:

Il programma nucleare italiano si sviluppa anche grazie all’università attraverso la formazione dei futuri tecnici specializzati destinati all’industria di settore e ai nuovi impianti di generazione. Per questo Enel finanzia borse di studio e premi di laurea in collaborazione con cinque atenei: le Facoltà di ingegneria energetica e nucleare dei Politecnici di Milano e Torino e delle Università di Pisa, Roma-La Sapienza e Palermo.

I bandi per concorrere resteranno aperti sino al 14 marzo. Le borse di studio consistono ciascuna in seimila euro destinati a studenti iscritti al primo anno della laurea specialistica in ingegneria nucleare o energetica. I premi di laurea sono destinati a iscritti al secondo anno della laurea specialistica in ingegneria nucleare o energetica che conseguiranno il titolo nell’anno accademico 2010/2011e consistono ciascuno in un finanziamento di tremila euro.

Offrendo questa possibilità agli studenti che oggi frequentano gli atenei italiani, Enel persegue un triplice obiettivo: sostenere le nuove generazioni, creare nuove opportunità di lavoro e sviluppare l’innovazione e le competenze nel settore dell’ingegneria energetica e nucleare in particolare.

Le borse di studio e i premi di laurea sono il più recente esempio di un’attenzione verso il mondo dell’università che Enel da sempre dimostra, con numerose iniziative tra le quali il roadshow informativo sull’energia nucleare che ha preso il via nell’ottobre dello scorso anno, ha già fatto tappa alle università di Genova, Palermo, Torino e Pisa e prevede nel suo complesso dieci incontri in altrettanti atenei sino a giugno 2011.