Corso per “Direttori tecnici della produzione”

Visto il successo della prima sessione dello scorso marzo, Assolegno ha già fissato gli appuntamenti dei prossimi mesi per il corso per la qualificazione di Direttore Tecnico della Produzione. Il corso è organizzato da Assolegno in accordo a quanto stabilito dal decreto del Ministero delle Infrastrutture del 14 settembre 2005 “Norme Tecniche per le Costruzioni”.
Il decreto, infatti, rende obbligatorio, per ogni fornitore di legname per l’edilizia, di qualificare la propria produzione presso il Servizio Tecnico Centrale del Ministero; a tal fine, elemento fondamentale diventa l’individuazione di una figura competente nella classificazione del legno strutturale.
Il Direttore Tecnico della Produzione è una figura professionale che si occupa di organizzare e gestire i controlli interni di produzione, classificare in base alla resistenza dei materiali o dei prodotti commercializzati, gestire le non conformità.
Inoltre, ha il compito di coordinare servizi di progettazione, lavorazioni e posa sui materiali e prodotti forniti in quelle aziende che forniscono anche questo tipo di attività.
Assolegno, proprio per rispondere alle esigenze di qualificazione dei prodotti e dei produttori nel settore del legno richieste dal Ministero, ha organizzato, grazie anche al patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e al supporto dei propri consulenti tecnici (Università di Padova, Università di Trento, Università di Venezia, CNR/IVALSA, LegnoDOC srl), un corso specifico, la cui prima sessione si è svolta con successo presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Padova.
Ventitré direttori tecnici di Produzione sono già stati qualificati e i partecipanti hanno espresso giudizi positivi sulla completezza delle informazioni fornite, sulla qualità delle presentazioni e soprattutto sull’organizzazione curata da Assolegno. Sono già state fissate le date e le località della prossima sessiona, che proseguirà fino a esaurimento delle richieste di associati e no: dal 7 all’11 maggio a Sondrio, mentre ulteriori sessioni sono previste tra giugno e luglio.
Al corso possono essere ammessi soggetti che dimostrino un’esperienza di almeno cinque anni in aziende operanti nei settori del taglio, piallatura e trattamento del legno, o nella fabbricazione di elementi di carpenteria in legno e falegnameria per l'edilizia, o nel commercio all'ingrosso di legname, semilavorati in legno e legno artificiale.
In alternativa, possono essere valutate le domande di soggetti in possesso di laurea specialistica in una disciplina attinente, unita ad almeno 3 anni di esperienza.
I moduli proposti durante il corso toccano i diversi aspetti legati al materiale legno, ai prodotti a base di legno usati nell’edilizia, la produzione, il controllo qualità e la marcatura CE, la classificazione del legno in base alla resistenza, la progettazione e la posa, infine la marcatura e la fornitura, per un totale di 40 ore, comprensive anche dell’esame finale.
Il livello di approfondimento del corso consente il riconoscimento di “crediti formativi” da parte delle Università di Padova, Trento e Venezia, nell’ambito dei rispettivi programmi didattici; inoltre, i nominativi dei Direttori Tecnici della Produzione qualificati saranno comunicati al Ministero delle Infrastrutture e raccolti in un apposito registro, che sarà aggiornato e sorvegliato da Assolegno.
Il corso organizzato da Assolegno non risponde soltanto alla necessità di adeguarsi alla normativa ministeriale; con questa iniziativa Assolegno intende soprattutto affiancare le aziende italiane del settore, la maggior parte delle quali già possiede un’efficace gestione della qualità e della rintracciabilità, un’organizzazione professionale e una lunga tradizione di carpenteria, nell’adeguamento alle rapide evoluzioni del mercato e alle richieste sempre più esigenti relative alla qualificazione sia dei prodotti sia dei produttori nel settore delle costruzioni in legno.

Per ulteriori informazioni
www.federlegno.it
 
Fonte. www.infobuild.it