Conglomerati bituminosi: in arrivo nuove parti della UNI EN 12697

A cura di:

Sono ormai 34 le norme delle serie UNI EN 12697 pubblicate sui metodi di prova per conglomerati bituminosi a caldo.
Altre quattro parti sono state pubblicate dal CEN e sono attualmente di attesa di essere pubblicate come norme UNI EN, e precisamente:
– Parte 15: determinazione della sensibilità alla segregazione
– Parte 23: determinazione della resistenza a trazione indiretta di provini bituminosi
– Parte 24: resistenza alla fatica
– Parte 36: determinazione dello spessore di una pavimentazione bituminosa
Altre sei parti sono ancora in fase di elaborazione, anche se i lavori si avvicinano alla conclusione:
– Parte 25: prova di compressione ciclica
– Parte 40: drenabilità in sito
– Parte 41: resistenza ai fluidi anti-ghiaccio
– Parte 43: resistenza al combustibile
– Parte 42: quantità di materiali estranei nel fresato
– Parte 11: affinità tra aggregato e bitume
Un numero di metodi di prova così elevato è giustificato dalla scelta a suo tempo effettuata dal comitato tecnico CEN/TC 227 “Materiali stradali” di normalizzare tutti i metodi di prova utilizzati in Europa. Dopo alcuni anni dalla pubblicazione, il CEN/TC 227 sta cercando di ridurre i metodi di prova ad un solo metodo per ogni caratteristica, anche per rientrare nelle richieste della Commissione Europea del mandato M/124. Il compito non è certo facile: un tale numero di metodi di prova è dovuto sia alle particolari tradizioni nazionali sia all’impiego di aggregati costituiti da materiali diffusi solo localmente (ad esempio, i materiali teneri nel Sud Italia). I lavori normativi sui conglomerati bituminosi sono seguiti a livello nazionale dal GL “Conglomerati bituminosi” della commissione UNI Costruzioni stradali e opere civili delle infrastrutture.

Per informazioni:
UNI
Anna Rossi, Comparto Costruzioni
costruzioni@uni.com