ISTAT, è di nuovo recessione

ISTAT, è di nuovo recessione

Nuova contrazione per l”economia italiana che nel secondo trimestre di questo 2014 è calata dello 0,2% rispetto al trimestre precedente.
I dati provengono dall’analisi dell’Istat che, per effetti di arrotondamento, ha invece rivisto la stima sul pil tendenziale del 6 agosto da -0,3% a -0,2%.
Per l’Italia è di fatto una recessione.
Il calo congiunturale del Pil nel secondo trimestre è il risultato di diminuzioni del valore aggiunto pari allo 0,8% nell’agricoltura, allo 0,5% nell’industria e allo 0,1% nei servizi. Su base annua invece sono in discesa solo l’industria in senso stretto (-0,7%) e le costruzioni (-2,1%). Quello diffuso oggi è l’ultimo calcolo in base al sistema statistico Sec 95 a cui subentrerà la nuova metodologia Sec 2010 a partire da settembre. In particolare il 9 del mese l’Istat diffonderà per la prima volta i dati relativi all’anno 2011, mentre il 22 settembre saranno pubblicati i dati per gli anni dal 2009 al 2013 e il 3 ottobre saranno rese disponibili le serie storiche annuali, ricostruite all’indietro sino al 1995. I dati della contabilità trimestrale, coerenti con le nuove stime in Sec 2010 saranno diffusi, invece, il prossimo 15 ottobre.

ISTAT, è di nuovo recessione
ISTAT, è di nuovo recessione 2