Eco-Efficiency

A cura di:

L’edilizia sostenibile propone interventi su diversi fronti per ridurre il consumo energetico.
Si tengono in considerazione soprattutto la climatizzazione e l’illuminazione.
Per quanto riguarda la prima vengono istallate caldaie ad alta efficienza, reti di teleriscaldamento, sistemi di accumulo di freddo e raffrescamento centralizzato. Invece per quello che concerne la seconda si istallano corpi illuminanti efficienti, sensori di presenza e dispositivi per la regolamentazione del flusso di luce.
Attualmente si hanno difficoltà nell’applicare tutte queste innovazioni poiché i costi risultano essere maggiori, sia per i costruttori, che per i compratori; si stimano extra-costi che vanno dall’1% al 3%.

A Torino, presso il centro congressi Lingotto, oggi 5 giugno, avrà inizio la quarta edizione di “Eco-Efficiency”.
Durante l’evento si affronteranno i temi della sostenibilità legati al settore edile.
L’inizio sarà sancito dalla conferenza internazionale “Riuso sostenibile del patrimonio edilizio”, dove verranno trattate le problematiche inerenti al riuso e alla fruizione del patrimonio costruito.
Poiché si mira ad una maggiore divulgazione delle informazioni, questi temi saranno trattati anche durante workshop e convegni supplementari, in programma per tutta la durata della manifestazione.
Il 6 e il 7 giugno avrà luogo la seconda edizione del congresso nazionale sull’edilizia sostenibile, “Bio-Edilizia Italia”, che punterà ad illustrare la situazione italiana in ambito di sostenibilità edile con riferimenti al presente e ai programmi per il futuro.
Successivamente il 7 e l’8 giugno sarà la conferenza internazionale, “Suistanable Building South Europe” ad illustrare la situazione mondiale dei progetti di edilizia sostenibile.
A queste tre conferenze principali si aggiungeranno in parallelo dieci approfondimenti in cui verranno sviluppati temi specifici come quello energetico, formativo ed economico.
All’interno dell’evento, dal 5 al 9 giugno sarà presente una mostra dal titolo: “Progetti, Realizzazioni, Tecnologie e materiali per la sostenibilità dell’ambiente costruito” e una rassegna cinematografica che prevede la proiezione di due film presso il cinema Massimo in data 5 e 6 giugno. Il primo contemporaneo, premiato con l’oscar: “An Inconvenient Truth”, che si basa essenzialmente su di una presentazione multimediale fatta da Al Gore (uomo politico statunitense, vice-presidente sino al 2001 con la presidenza Clinton) inerente ai cambiamenti climatici in atto sul nostro pianeta.
Il secondo storico, ultimato il 1922: “Nanook of the North”, considerato il punto di partenza storico dei documentari, poiché viene realizzato con l’intendo di illustrare il viaggio al circolo polare artico intrapreso dal suo realizzatore, un esploratore di nome Robert Flaherty.

Negli ultimi anni si sono compiuti molti sforzi per promuovere la costruzione di soluzioni abitative e commerciali sostenibili; tuttavia in Italia manca ancora una legge che ne dia un’effettiva regolamentazione.
Il 15 marzo 2007 è stata approvata una proposta di legge guida regionale durante la seduta della conferenza delle regioni.
Si tratta di uno strumento che regola i principi fondamentali della sostenibilità edile, partendo già dalla pianificazione urbanistica.
Il fulcro della proposta è la certificazione che attesti la sostenibilità degli edifici.
Si mira ad incentivare e promuovere le azioni per la sostenibilità delle strutture attraverso incentivi e agevolazioni economiche come gli sconti sugli oneri di urbanizzazione, ed anche fornire finanziamenti volti a coprire i più alti costi di costruzione.

Fonte Voceditalia.it

Per ulteriori informazioni
www.eco-efficiency.net