Azione locale partecipata e sviluppo urbano sostenibile

A cura di:

Il Corso affronta alcune questioni di fondo che hanno improntato le scelte dei governi nazionali e regionali e dell’Unione Europea in materia di politiche urbane e che hanno profondamente modificato i modi di intendere e formulare gli interventi di pianificazione, di rigenerazione urbana e di sviluppo locale.
Le città europee hanno avviato e stanno sperimentando politiche urbane e pratiche innovative attente al coinvolgimento e all’attivazione delle risorse locali, alla sostenibilità economica sociale e ambientale delle iniziative promosse e alla partecipazione dei cittadini. Questi ultimi, in particolare, non sono più visti come destinatari degli interventi, ma come attori portatori di risorse conoscitive relazionali e di capacità operative.
Il corso riprende i termini essenziali del processo in atto e offre agli iscritti un’ampia e accurata disamina delle situazioni in cui è richiesto un approccio dialogico, interattivo, aperto alle istanze di più soggetti organizzati e non. Anche in Italia infatti la pianificazione strategica, le azioni ‘dal basso’ condotte a scala di quartiere, la risoluzione dei conflitti ambientali, le politiche integrate di rigenerazione urbana che mettono in gioco diversi settori e diversi saperi richiedono sempre più conoscenze, capacità e professionalità specifiche, in grado di elevare la qualità degli esiti prodotti.
L’obiettivo è quindi quello di arricchire l’offerta formativa secondo un’esigenza riconoscibile nella pratica amministrativa, nella professione di pianificatori e progettisti, nell’associazionismo e nel mondo della ricerca.
Il corso si inserisce in un progetto di cooperazione nazionale e internazionale e si colloca in un percorso di esperienze avviato nel 2001 dal Dipartimento di Pianificazione dell’Università Iuav di Venezia.
Profilo professionale
Il corso ha come obiettivo la formazione di figure professionali in grado di attivare e gestire percorsi partecipati su questioni urbane e ambientali. È rivolto in particolare a tecnici, funzionari e dirigenti delle pubbliche amministrazioni, professionisti e neo-laureati, che desiderano arricchire le proprie conoscenze sui metodi e le tecniche per l’ascolto e il coinvolgimento dei cittadini, per la costruzione di strategie e scelte condivise, e per la realizzazione di progetti partecipati. Lo scambio di conoscenze tra le diverse provenienze professionali e culturali degli iscritti (architettura, pianificazione, ingegneria, scienze sociali, sociologia, scienze della comunicazione, ecc.) costituisce una delle ricchezze del corso.
Durata, struttura e articolazione del corso
Periodo: dal 21 settembre al 24 novembre 2007
Il corso si svolgerà nelle giornate di venerdì e sabato e avrà la durata di 80 ore di didattica a contatto (lezioni, laboratori, workshop).
Articolazione del corso
Il corso, che si apre e conclude con due seminari aperti al pubblico, è articolato in:
a) un modulo introduttivo che affronta i nodi fondamentali della teoria e degli strumenti in uso nelle pratiche partecipative, a partire da alcune parole chiave: interazione, ascolto, attori;
b) una disamina dei campi di applicazione, attraverso seminari, attività laboratoriali interattive ed esercitazioni con casi studio e specificazione delle tecniche utilizzate.
I campi di applicazione presi in esame sono sostanzialmente legati ai quattro grandi temi:
– degli strumenti di pianificazione, programmazione e progettazione urbana rispetto ai quali si considera la crescente domanda di interazione con la cittadinanza e, più in generale, di coinvolgimento di diversi attori nella costruzione di piani, programmi, strategie e progetti (Piani regolatori, Piani strategici, Piani di assetto del territorio – Pat e Pati, Laboratori di quartiere, Concorsi di progettazione partecipata, ecc.);
– delle iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale, (Agenda 21 locale, progetto CAmbieReSti?, eventi pubblici, campagne comunicative, ecc);
– delle situazioni di conflitto o di stallo decisionale in cui si rendono necessarie forme di democrazia deliberativa, alternative alla tradizionale distribuzione amministrativa di ruoli e funzioni (deliberative polling, giurie dei cittadini, town meeting, ecc.);
– della varietà di percorsi finalizzati all’instaurazione di un dialogo tra pubbliche amministrazioni e cittadinanza sui temi della qualità della vita, della salute, della sicurezza, della rigenerazione urbana della convivenza e della coesione sociale (contratti di quartiere, bilanci partecipati, città sane, città amiche dei bambini e degli adolescenti, percorsi sicuri, piani di zona, ecc.).
Il seminario di apertura intende fare il punto sul significato della partecipazione oggi e sull’efficacia di quanto sperimentato con modalità diverse nell’ultimo decennio nei processi di gestione delle trasformazioni urbane e territoriali che hanno visto il coinvolgimento di diversi attori – istituzioni pubbliche, operatori economici, cittadini e loro rappresentanze, società civile.
Il seminario finale l’illustra una pratica ormai diffusa nel panorama europeo come il Bilancio Partecipativo fornendo lo spunto per un confronto tra gli esiti prodotti dalle esperienze condotte in diversi contesti e con diversi strumenti.
Ammissione ed iscrizione al corso
Possono iscriversi al corso i laureati in possesso almeno di laurea triennale e/o specialistica o di laurea conseguita in Italia secondo gli ordinamenti previgenti il D.M.509/99, o di equivalente titolo conseguito all’estero.
Il numero massimo di posti è fissato in 35.
Per la domanda di ammissione devono essere seguite le modalità previste dal bando di ammissione.
La domanda di ammissione deve pervenire entro giovedì 12 luglio 2007.
La graduatoria verrà pubblicata all’albo ufficiale dell’Ateneo, nel sito web del dipartimento entro il 17 luglio 2007. L’iscrizione dovrà essere perfezionata entro martedì 24 luglio 2007. Scadenza per eventuali ripescaggi 31 luglio 2007.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il bando
www.azionelocale.it