Isae: cresce fiducia commercianti, in calo edilizia e servizi

A cura di:

Per quanto riguarda il commercio, a giugno l’indice sintetico, considerato al netto della componente stagionale, sale da 102,9 a 107,3.
Il miglioramento è dovuto soprattutto ad attese più favorevoli sull’andamento futuro delle vendite; indicazioni positive provengono anche dal lato del volume degli affari e delle giacenze. Quanto ai prezzi, le tensioni inflazionistiche sono giudicate in moderata accentuazione nel mese in corso, ma in forte ripresa nei prossimi tre.
L’indice relativo alle imprese di costruzione, invece, considerato al netto dei fattori stagionali, scende a maggio a 85,8 (89,9 ad aprile), a causa della caduta del saldo relativo ai giudizi sui piani di costruzione e al deterioramento delle aspettative sull’occupazione. L’indice delle imprese dei servizi, infine, a giugno si attesta a 14, dai 19 punti precedenti.