Cultura positiva dell’accessibilità

A cura di:

La Fondazione dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano ha organizzato, con il coordinamento didattico di HB Group, in collaborazione con la rivista Costruire, e con la sponsorizzazione tecnica di Ceteco e Cicrespi, la terza edizione del corso di formazione “Superare le barriere e progettare per l’Utenza Ampliata”.
Il corso, aperto a studenti e professionisti (architetti, ingegneri, geometri, industrial designer, ecc.) iscritti o meno ai rispettivi ordini professionali o ad associazioni di categoria, partirà l’8 novembre.
Gli argomenti trattati intendono formare i progettisti a una cultura positiva e non stigmatizzante dell’accessibilità.
Le lezioni approfondiranno, nell’arco di 22 ore, temi teorici e pratici – generali e di dettaglio – e aspetti tecnologici e di sicurezza connessi all’uso di oggetti e spazi, presentando strumenti e metodi per interpretare e prevenire problemi connessi alla qualità dell’abitare in relazione alle diverse età della vita, all’invecchiamento e alle disabilità motorie, sensoriali e cognitive.
L’obbligo di ottemperare a una normativa prestazionale e non più meramente prescrittiva per il superamento delle barriere architettoniche dovrebbe abituare il progettista a esaminare con sguardo particolarmente attento l’uso dello spazio e degli oggetti in esso presenti.
ll progetto deve scaturire da una considerazione attenta delle necessità degli utenti reali, in particolar modo delle esigenze delle persone che esprimono necessità ‘extra-standard’.
Esplorando a fondo il tema dell’Utenza Ampliata è possibile sviluppare attenzioni e acquisire capacità che permettano di progettare in modo maggiormente critico e consapevole, superarando barriere fisiche, sensoriali, psicologiche e culturali.
A partire da un’introduzione sui criteri di “Progettazione per l’Utenza Ampliata” si passerà ad analizzare le caratteristiche delle diverse disabilità in rapporto allo spazio costruito.
Si approfondiranno inoltre aspetti progettuali legati all’ambiente domestico, agli edifici e agli spazi pubblici, all’arredo urbano, ad aspetti tecnologici e alla sicurezza.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni
www.hbgroup.it