Epidemic Babel: il grattacielo visionario pensato per mitigare le epidemie

Epidemic Babel: il grattacielo visionario pensato per mitigare le epidemie

Selezionato tra più di 500 proposte, Epidemic Babel è il progetto vincitore dell’edizione 2020 della Skyscraper Competition, la manifestazione proposta dalla rivista eVolo Magazine che premia le migliori idee di architettura verticale.

a cura Tommaso Tautonico

Epidemic Babel: il grattacielo visionario pensato per mitigare le epidemie

Indice degli argomenti:

Istituito nel 2006, Skyscraper Competition è il premio annuale che riconosce le migliori idee visionarie di architettura verticale in grado di spingere al limite design e tecnologia. L’edizione 2020 del concorso, organizzato dalla rivista eVolo Magazine è andata al progetto Epidemic Babel

un concetto di grattacielo sanitario realizzabile in tempi di record per mitigare la rapida diffusione di una eventuale pandemia. Il team cinese che ha progettato il grattacielo è composto da D Lee, Gavin Shen, Weiyuan You e Xinhao Yuan, ed è stato pensato per rispondere alla rapida diffusione del Covid-19 verificatasi a Wuhan, in Cina.

Un prefabbricato realizzabile in cinque giorni

L’Epidemic Babel è un grattacielo di assistenza sanitaria progettato in risposta alla pandemia di Coronavirus che ha avuto origine a Wuhan. Il virus si è diffuso con una velocità talmente rapida che non ha lasciato tempo al governo e ai responsabili politici di reagire. In questa circostanza, una infrastruttura sanitaria debole, non pronta a soddisfare le necessità, può trasformare l’epidemia in una catastrofe mortale.

Epidemic Babel progetto vincitore dell’edizione 2020 della Skyscraper Competition
Epidemic Babel progetto vincitore dell’edizione 2020 della Skyscraper Competition

Per questo i progettisti hanno pensato ad un’architettura prefabbricata con una struttura in acciaio in grado di essere realizzata molto velocemente, in cinque giorni secondo il team. Un tempo brevissimo per creare un ospedale temporaneo e sostenere l’infrastruttura sanitaria di una città.

Un ospedale dal design modulare e flessibile

Epidemic Babel presenta due vantaggi molto importanti: costruzione semplice e risposta all’emergenza in tempi rapida. L’intero edificio è costituito da un telaio in acciaio a cui è possibile aggiungere blocchi diversi con un ingombro molto ridotto. Il modello di costruzione è semplice a tal punto che qualsiasi team qualificato può realizzarlo in pochi giorni.

epidemic-babel-schema di progetto
Eidemic Babel, schema di progetto

L’unico requisito per assemblare un tale edificio è avere a disposizione una superficie di medie dimensioni dove poterlo realizzare. Una volta realizzato lo scheletro in acciaio, il team sanitario può sceglierà quali blocchi fissare, creando un vero e proprio ospedale con i reparti dedicati alla degenza, studi medici, laboratori e terapie intensive.

Epidemic Babel: architettura prefabbricata
Tutti i blocchi sono collegati al telaio che diventa il nucleo dell’ospedale, in grado di veicolare medici e pazienti all’interno di tutto l’edificio. Tutti i box aggiuntivi sono prefabbricati e non richiedono tempo extra per la costruzione. Inoltre la leggerezza del telaio ne facilita il trasporto anche nei luoghi più remoti. “Rispetto agli ospedali temporaneamente costruiti in Cina Epidemic Babel è più veloce da costruire e potenzialmente meno costoso” concludono gli architetti.

Img by eVolo


7/10/2019

Concorso Skyscraper 2020, premio ai grattacieli più innovativi

Architetti, designer e ingegneri sono invitati a presentare proposte sulla progettazione di grattacieli contemporanei, considerando il loro impatto sulla pianificazione urbana e sul miglioramento del nostro stile di vita.

evolo Skysraper Competition 2020
eVolo Skyscraper Competition, primo premio edizione 2019 assegnato a METHANESCRAPER progettato dal serbo Marko Dragicevic

eVolo Magazine ha lanciato l’edizione 2020 dello Skyscraper Competition, concorso annuale dedicato ad architetti, studenti, ingegneri, designer e artisti. Istituito nel 2006, si tratta di uno dei premi più prestigiosi al mondo per l’architettura dei grattacieli. Obiettivo del concorso è premiare idee innovative che ridefiniscono il design dei grattacieli attraverso l’implementazione di nuove tecnologie, materiali, programmi, design e organizzazioni degli spazi. Viene inoltre considerato l’impatto degli edifici sull’architettura urbana, il rapporto con la natura e la comunità, e l’utilizzo di strumenti digitali.

A partire da alcuni dei problemi più attuali con cui ci dobbiamo confrontare, ovvero la scarsità di risorse naturali e di infrastrutture, l’aumento esponenziale degli abitanti nelle città, l’inquinamento, la divisione economica e l’espansione urbana non pianificata, si richiede che i partecipanti considerino nei loro progetti i progressi tecnologici, l’utilizzo di sistemi sostenibili e la creazione di nuovi metodi urbani e architettonici per risolvere i problemi economici, sociali e culturali della città contemporanea.

Non ci sono limiti per quanto riguarda il sito, il programma o le dimensioni. L’obiettivo è quello di dare la massima libertà ai partecipanti di impegnarsi nel progetto senza alcun tipo di vincolo alla creatività. Cos’è un grattacielo nel XXI secolo? Quali sono le responsabilità storiche, contestuali, sociali, urbane e ambientali di queste megastrutture? Queste le domande a cui i progettisti dovranno cercare di dare risposta.

Il concorso vuole cercare una risposta alla possibilità  di sviluppo di una comunità verticale, dinamica e adattabile, attraverso l’esplorazione e l’adattamento di nuovi habitat e territori basati su un equilibrio dinamico tra uomo e natura – un nuovo tipo di progettazione reattiva e adattiva capace di crescita intelligente attraverso l’autoregolamentazione dei propri sistemi.

Iscrizioni esclusivamente on line entro il 28 gennaio 2020.

Premi:
1° classificato – US $5000 + promozione stampa
2° classificato – US $2000
3° classificato – US $1000

 

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia