Proroga della scadenza per le candidature per la progettazione delle 212 scuole previste dal PNRR

Proroga della scadenza per le candidature per la progettazione delle 212 scuole previste dal PNRR

Il ministero dell’Istruzione ha posticipato di 20 giorni la scadenza per la presentazione delle candidature per la realizzazione di 212 scuole innovative dal punto di vista architettonico, strutturale e impiantistico, grazie ai fondi del PNRR.

Scuole innovative: a Isnello, in Sicilia, la prima scuola LEED, green e condivisa
Scuole innovative e sostenibili: a Isnello, in Sicilia, un edificio scolastico nZEB, a consumo di suolo zero, circolare e prima scuola LEED del Sud Italia

Ingegneri, architetti e professionisti potranno inviare le proprie proposte entro le ore 15 del 23, 24 e 25 agosto, a seconda della categoria scelta.

Il Concorso, che sarà eseguito attraverso la piattaforma concorsi del CNAPPC, è diviso in due fasi. Nella prima è richiesto di sviluppare proposte per la realizzazione delle nuove scuole di qualsiasi ordine e grado, legate a una o più aree tra le 212 già selezionate. Dopo che le commissioni giudicatrici (fino a un massimo di 20) avranno selezionato per ogni area le 5 migliori proposte, queste potranno accedere alla seconda fase, attraverso lo sviluppo di progetti di fattibilità tecnica ed economica. Per ogni area verrà scelto un progetto vincitore, che riceverà un premio e diventerà di proprietà degli enti locali beneficiari che assegneranno le fasi successive della progettazione e i lavori.

Lo stanziamento complessivo per gli interventi è un miliardo e 189 milioni di euro. Le nuove scuole saranno realizzate in tutte le Regioni, nelle grandi città come nei piccoli Comuni. Il 42,4% dei fondi è stato assegnato al Mezzogiorno.


Online il bando per la progettazione delle 212 scuole previste dal PNRR

Grazie ai fondi del PNRR saranno realizzate 212 scuole innovative e sostenibili. Pubblicato dal Ministero dell’Istruzione il bando che sarà eseguito attraverso la piattaforma concorsi del CNAPPC

Presentazione in Triennale progetto Futura per la scuola di domani
©foto Gianluca Di Ioia

A maggio è stato presentato in Triennale a Milano il progetto “Futura – La scuola per l’Italia di domani” con le Linee Guida per la realizzazione –  grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, PNRR – di scuole innovative e sostenibili da un punto di vista architettonico, strutturale e impiantistico. Un progetto importante che ha visto la collaborazione di Governo, architetti di fama internazionale e pedagogisti. Ora il Ministro dell’Istruzione ha pubblicato il bando per la progettazione dei 212 edifici scolastici (in leggero calo dalle iniziali 216 aree a causa di alcune rinunce ed esclusioni), che sarà espletato sulla piattaforma https://futura.concorsiawn.it/, con grande soddisfazione del CNAPPC. 

Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione, spiega che l’obiettivo del concorso è garantire che studenti, professori e personale scolastico abbiano a disposizione ambienti sostenibili, inclusivi, sicuri e accessibili. “Si tratta di un intervento senza precedenti per il numero di aree interessate e per la sinergia messa in campo… Chiediamo ad architetti e ingegneri di immaginare la scuola migliore per ogni territorio e di dare concretezza a quei suggerimenti. È una sfida per tutti noi che siamo coinvolti: il PNRR è un’azione collettiva”.

Francesco Miceli, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) esprime forte soddisfazione che il concorso di progettazione sia stato sviluppato in collaborazione con il Ministero e sia utilizzato nell’attuazione degli interventi previsti dal Pnrr. “Il Bando per le 212 scuole assume un grande valore: mette in evidenza una strategia in cui è possibile riconoscere la ricerca della qualità nell’ambito di un quadro innovativo al cui centro vi è il futuro delle nostre città, un futuro che avrà nella scuola un caposaldo fondamentale”.