3,6 mln di euro all’Emilia Romagna

3,6 mln di euro all'Emilia Romagna

Per cercare di superare la crisi del sistema regionale nel comparto dell’edilizia e delle costruzioni alla Regione Emilia-Romagna, il Fondo nazionale per le politiche attive del lavoro del Ministero del Lavoro ha stanziato 3,6 milioni di euro.
Istituito nel 2014 con la legge di stabilita’, il Fondo nazionale ha una prima dotazione  di 15 milioni di euro per favorire il reinserimento lavorativo delle persone che godono di una misura di sostegno al reddito. La Regione aveva candidato un proprio programma di intervento, e il Ministero del Lavoro ha ora pubblicato la graduatoria, assegnando all’Emilia-Romagna 3,6 milioni di euro. A fronte di 11 Regioni e Province autonome che hanno inviato la loro candidatura, 5 sono state quelle che a seguito di una valutazione qualitativa dei progetti sono state ammesse al finanziamento. Oltre all’Emilia-Romagna, sono stati finanziati i progetti di Lazio (3,4 milioni), Lombardia (1,7 milioni), Marche (2,2 milioni) e Sardegna (3,9).
Soddisfazione espressa dall’assessore alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi, che ha ricordato “il grande valore di questi interventi come azioni a sostegno dell’edilizia, un settore che tanto ha sofferto in questa lunga fase di crisi”.

3,6 mln di euro all'Emilia Romagna
3,6 mln di euro all'Emilia Romagna 2