Talent for Tiles 2011

A cura di:

Cooperativa Ceramica d’Imola promuove la seconda edizione del concorso dedicato ai “non luoghi” urbani. Partecipano studenti di design e architettura provenienti da Usa, Portogallo, Svizzera e Italia.
L’attenzione dei progetti sarà focalizzata alle superfici, privilegiandole in virtù delle prestazioni e delle dimensioni  dei nuovi prodotti ceramici. 
Dopo il successo della prima edizione e gli ottimi riscontri ottenuti, anche in questo 2011 Cooperativa Ceramica d’Imola propone “Talent for Tiles”, il concorso internazionale sugli utilizzi innovativi della ceramica, riletti in chiave urbana.
Coordinato da Aldo Colonetti (Direttore Scientifico IED – Direttore Ottagono), con la collaborazione di Michele Capuani e di Cumulus (Associazione Internazionale di Università e College di Arte, Design e  Media), “Talent for Tiles 2011” allarga i propri orizzonti. Infatti, oltre alla partecipazione di studenti italiani ed europei delle più prestigiose scuole di design e architettura internazionali, saranno coinvolti anche studenti statunitensi che potenzieranno ulteriormente il capitale di idee e di progetti con la loro visione delle città, per un confronto sempre più ampio e innovativo.
In questa seconda edizione del concorso vi parteciperanno studenti (25-30 per istituto) provenienti da: The Ohio State University – Department of Design (USA), Zürich School of the Arts Switzerland (Svizzera), Instituto de Artes Visuais, Design e Marketing di Lisbona (Portogallo), Politecnico di Milano (Italia). 
L’interesse del concorso è rivolto ad approfondire gli aspetti legati alle trasformazioni delle città, andando a intervenire principalmente in quegli spazi che stanno tra gli edifici, tra le strade e gli edifici: tutti quei luoghi che normalmente sfuggono alla progettazione. Perché è proprio nella cura dedicata ai “non luoghi”, o nella sua mancanza, che si misura la qualità urbana complessiva, la piacevolezza e la vivibilità delle città.
In particolare l’attenzione degli studenti dovrà essere focalizzata alle superfici, privilegiandole in virtù delle prestazioni e delle dimensioni  dei nuovi prodotti ceramici.  
Il tema delle superfici, in architettura e in generale nella qualità urbana, sta diventando sempre più fondamentale per qualificare la nostra contemporaneità. La ceramica italiana, e in particolare Cooperativa Ceramica d’Imola, in questi anni ha sviluppato la ricerca in questa direzione, attivandosi al fine di produrre formati di grande qualità strutturale, di  spessore e di leggerezza; è proprio su tali peculiari performance che gli Istituti partecipanti dovranno fondare il proprio lavoro. L’architettura e le nostre città necessitano, inoltre,  anche della ceramica per le sue qualità di sostenibilità e di manutenzione: ecco la ragione per cui il tema delle superfici non appartiene più solo e unicamente a una scelta di carattere estetico, ma costituisce uno degli elementi fondamentali per il design e per il progetto contemporaneo. Illustri le personalità che compongono la giuria della seconda edizione di “Talent for Tiles”: Mario Botta, architetto che ricoprirà nuovamente il ruolo di Presidente del concorso, Marco Romano,  urbanista, Franco Origoni, architetto e curatore di numerose mostre, Giulio Iacchetti, industrial designer, Michele Capuani, architetto e responsabile del Prodotto Formativo IED, Stefano Bolognesi, presidente Cooperativa Ceramica d’Imola. Tutti gli elaborati verranno consegnati entro gennaio 2012 e sottoposti alla valutazione delle Giuria, che selezionerà i 3 progetti migliori. 
Cooperativa Ceramica d’Imola realizzerà una raccolta monografica sui progetti realizzati oltre a esporre gli stessi alla Triennale di Milano, in occasione del Salone del Mobile in programma ad Aprile 2012.
La cerimonia di premiazione dei migliori progetti avverrà il 17 aprile 2012 alla Triennale di Milano.