Una nuova chiesa a Varignano vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

A cura di:

Sobrietà concettuale e costruttiva, nessun monumentalismo, grande cura nei dettagli, forte attenzione al tema della sostenibilità: sono queste le caratteristiche principali sulle quali TAMassociati ha sviluppato il progetto del nuovo complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore, nel quartiere di Varignano a Viareggio.

a cura di Silvia Giacometti

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

Indice degli argomenti:

Partito da un concorso bandito nel 2015 dall’Arcidiocesi di Lucca nell’ambito dell’iniziativa della C.E.I. denominata ‘Percorsi Diocesani’, volta a promuovere nuovi modelli di edilizia di culto, il nuovo complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore, nel quartiere di Varignano a Viareggio, è stato consacrato lo scorso giugno, dopo due anni di lavori tra demolizione e nuova realizzazione.

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

L’opera firmata TAMassociati, ha voluto mantenere una bellezza semplice, studiata in sintonia con l’identità locale, con una impronta sostenibile.

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

Il progetto

Un progetto che si snoda tra percorsi lineari e volumi semplici, dove le funzioni liturgiche e sociali si compenetrano: una chiesa che si fa casa, si apre a spazi luminosi interni che sfondano il volume principale, si dischiude sul patio, dialoga con i locali parrocchiali.

Dalla grande aula con l’immensa vetrata (13×4,5 m) – fondale del presbiterio – che richiama il cielo giottesco degli Scrovegni, alla eterea fonte battesimale, dalla simbologia molto densa delle opere d’arte, sino al soffitto, tutto richiama al tema dell’ascesa con una simbologia dettagliata e densa di significati. Piani, sequenze e viste sono ideate per “unire” gli spazi sia interni che esterni, sino a rendere la nuova chiesa ‘porta’ verso l’adiacente parco del canale di Burlamacca, di prossima apertura.

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

Attraverso il recupero di opere d’arte dell’edificio preesistente, la posa a spacco delle vecchie pavimentazioni marmoree, la fusione di elementi d’arredo antecedenti nei nuovi (le panche) – richieste esplicite da parte della comunità – la nuova chiesa riporta elementi di stratificazione emotiva e valoriali, cui il progetto di TAMassociati ha donato nuova linfa in un contesto fatto di dignità e bellezza, lontano da ogni retorica.

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

La grande aula sacra e i locali del ministero pastorale sono stati realizzati in X-Lam. Una scelta estetica, funzionale e strutturale precisa, confermano i progettisti, pensata per esprimere maggiormente il senso di accoglienza dato dal materiale stesso, ma anche una  volontà di ridurre significativamente i tempi di realizzazione dell’opera, dominando le esigenze antisismiche, le richieste di soluzioni sostenibili sia da un punto di vista ambientale che economico.

Le scelte impiantistiche

Per la parte impiantistica, all’involucro isolato termicamente si è accoppiato un campo fotovoltaico da 27kW, in grado di alimentare la pompa di calore, che genera caldo/freddo, e di sostenere, con il surplus di energia elettrica prodotto, anche i consumi correnti nelle ore diurne.

Il complesso parrocchiale Resurrezione di nostro Signore vince il concorso ‘Percorsi Diocesani’

Il nuovo complesso parrocchiale della Resurrezione di nostro Signore è un segnale forte di rinnovamento per l’intero quartiere e un modello di partecipazione tra committenza, progettisti, attori sociali e istituzionali, aperto alla città. L’aula liturgica – in grado di ospitare oltre 400 fedeli -, la canonica, le aule per la catechesi, le zone per lo studio, il gioco e l’incontro di associazioni e comunità, le aree verdi, il sagrato e il nuovo campanile sono il cardine di un processo di rigenerazione urbana in un’area cittadina storicamente difficile. Un compito, e un fine, impegnativo dell’architettura, che ha il dovere di rendere il nuovo complesso un terreno fertile e un centro propulsivo di rigenerazione anche socialeTAMassociati

L'aula liturgica della Chiesa Resurrezione di nostro Signore a Varignano

img by Andrea Avezzù, courtesy of TAMassociati