La ‘Villa’

A cura di:

La struttura si presenta come un grande cristallo che fuoriesce dalla roccia, una struttura drammatica che emerge dalla terra.
La villa, è un prefabbricato, ma di grande lusso.
Prodotta in soli 30 esemplari, pronta per la spedizione e per essere assemblata dove si vuole, e costruita con materiali di prima scelta, questa scultura tedesca abbraccia i più alti standard del design, dell’arte e della sostenibilità.
E’ unica da qualsiasi angolazione venga vista, offre caratteristiche di maggior isolamento e durabilità possibili, tecnologie d’avanguardia e conformità con i più ferrei limiti di salvaguardia dell’ambiente a livello mondiale.
La sua forma è scultorea, caratterizzata dalla convergenza delle linee che definiscono e incorniciano le facciate e le vetrate; le ampie superfici vetrate riflettono la luce e creano un effetto di continuità e permeabilità tra spazio interno ed esterno.
Il sistema strutturale dell’edificio è stato realizzato utilizzando pannelli prefabbricati in legno forniti da Egger, mentre l’involucro esterno di copertura e facciata impiega pannelli Rheinzink, che sotto il profilo estetico avvolgono la villa in un unico “guscio”, mentre sotto l’aspetto funzionale contengono un sistema di riscaldamento a energia solare che rimane invisibile dall’esterno ed è combinato con un collettore di energia geotermica e una pompa di calore.
Un impianto di climatizzazione a pavimento regola il riscaldamento, il raffrescamento e il recupero del calore disperso.
Una cisterna raccoglie l’acqua piovana che viene utilizzata per le acque grigie.
L’impianto elettrico e di illuminazione sono gestiti con sistemi avanzati per il comfort, la sicurezza e l’estetica. Un sistema di monitoraggio fornito di un display interattivo è collegato agli impianti di climatizzazione dell’edificio.
I dati saranno registrati per un periodo di tre anni e potranno fornire dettagliate informazioni sull’efficienza dei sistemi.
La costruzione della Libeskind Villa, che ha una superficie al piano terra di ca. 200 mq e al primo piano di ca. 115 mq, è stata completata in soli 6 mesi. L’architettura, il sistema costruttivo, l’impiantistica interna, l’uso di materiali certificati e l’attenzione al concetto di energia rinnovabile, ristabiliscono nuovi standard in merito a design, costruzione, installazione e sostenibilità in architettura.

Design e Materiali
La sostenibilità dei materiali è il cuore del progetto di Libeskind.
Dall’esterno la villa esplicita il suo rivestimento di legno, risorsa rinnovabile che sta facendo ritorno come materiale da costruzione del ventunesimo secolo, grazie alle sue impressionante capacità di conservarsi.
La parte interna di un tronco di legno offre valori di isolamento termico massimi e così ne determina la sua efficienza.
Con oltre 360 mm di fibre di legno riciclabile e un coefficiente di trasmittanza termica di 0.11 W/m²K, l’isolamento dei muri esterni della villa eguaglia quello di una casa passiva.

Risorse rinnovabili disponibili
La villa impiega fonti di energia rinnovabili che il sito, dove sorge la costruzione, mette a disposizione per il riscaldamento, l’elettricità e l’acqua.
Tra le sue dotazioni è incluso un sistema solare termico, integrato nelle facciata rivestita in zinco e quindi non visibile, e un sistema geotermico con pompa termica ad alto rendimento.
Inoltre, l’energia elettrica può essere prodotta da un sottile pellicola fotovoltaica, mentre l’acqua piovana può essere raccolta dal tetto per l’impianto di irrigazione del giardino.
La villa è dotata di riscaldamento multifunzionale,
ventilazione e sistema di raffreddamento.
Il riscaldamento a pavimento offre un dolce calore radiante a tutti i livelli, e può anche trasportare rinfrescante acqua fresca nelle calde giornate estive.
Il sistema di ventilazione prevede aria a temperatura regolabile fresca, con un tasso di recupero di calore dell’aria in ingresso del 90%.
Il sistema è esclusivamente alimentato da energia solare e geotermica.

Impianti elettrici e sicurezza
Tutte le tecnologie costruttive sono monitorate e controllate attraverso un elettrico del sistema di controllo domotico, che permette di programmare la luce in modo personalizzato, aprire e chiudere le tende per il sole, regolare la temperatura e la ventilazione, e monitorare la sicurezza del sistema.
Da qualsiasi punto dell’abitazione è possibile accedere a internet, telefono, radio e televisione.
Schermi televisivi, per esempio, sono stati installati dietro gli specchi del bagno.