Crystal Island

A cura di:

Mosca è nota come una delle città più costose al mondo.
I prezzi per gli alloggi sono incredibilmente alti, ma nonostante ciò la città è fiorente e ci sono numerosi progetti di costruzione in corso. Proprio recentemente il Consiglio Pubblico d’Architettura di Mosca ha concesso il permesso per la pianificazione preliminare del progetto dell’isola di Cristallo – Crystal Island.
Questo sviluppo che coinvolgerà la Penisola Nagatino è considerato un obiettivo davvero ambizioso.
Crystal Island è stata progettata per essere l’edificio abitato più grande del mondo!

Il progetto sembra molto interessante e sicuramente monumentale. Quando completato la superficie del suo pavimento conterà addirittura un area di 2,5 milioni di metri quadrati, oltre che diventare uno dei più alti edifici del mondo, con 450 metri di altezza. Il progetto presenta una sua ecosostenibilità in quanto l’edifico produrrà parte dell’energia necessaria grazie a dei sistemi a pannelli solari e turbine. Ma non solo, la configurazione degli interni consentirà moduli aperti per l’estate, mentre sarà possibile isolare la struttura, durante l’inverno, tramite pannelli di recinzione dinamici, che verranno inseriti in cornici strutturali, e consentendo un risparmio notevole dei consumi.

La struttura prevede un totale di circa 3.000 camere suddivise in 900 appartamenti e circa 75.000 metri quadrati di uffici. Crystal Island dovrebbe diventare uno dei più importanti centri della vita di Mosca. Questa sarà praticamente una città nella città, contenendo negozi, musei, teatri e cinema. All’interno della struttura vi sarà anche una scuola internazionale.
Crystal Island dovrebbe diventare un luogo ideale per vivere. Sono previsti circa 14.000 posti auto nel parcheggio sotterraneo, ma ci sarà anche la possibilità di godere di lunghe passeggiate attraverso il parco, che si svilupperà intorno al palazzo. In inverno i visitatori potranno godere delle piste di sci di fondo o praticare il pattinaggio su ghiaccio.
Il progetto by Lord Foster vedrà la luce in sei anni per un investimento di due bilioni di dollari.
Molte sono le isole artificiali e le costruzioni avveniristiche costruite per lo più nell’area del Golfo. Sarà Mosca, però, a poter vantare la più grande costruzione del mondo, Crystal Island, “una città racchiusa in una sola struttura architettonica”.
Alta fino a 1.500 piedi, la torre che avrà l’aspetto del cristallo, potrà accogliere trenta mila residenti e sarà la costruzione che avrà il più grande spazio calpestabile al mondo.
L’edificio sorgerà su una penisola posta a cinque miglia dal centro cittadino e sarà completata dopo sei anni di lavori. Non mancano le critiche e le polemiche: c’è chi vede il grattacielo come un “albero di Natale” che sorgerà nel cielo di Mosca.
Crystal Island è in grado di ospitare 30000 persone: una città nella città. L’edificio maestoso a forma di spirale emerge, perfettamente integrato, da un parco di recente realizzazione dove è possibile praticare diverse attività fra cui lo sci di fondo e pattinaggio in inverno. L’interno di Crystal Island è stato progettato prima di tutto per favorire un ottimo scambio ed equilibrio termico, la struttura in acciaio infatti ha permesso di realizzare terrazzamenti per una serie di giardini (anche d’inverno) in grado di formare così un secondo cappotto traspirante oltre alla schermatura principale.
La luce all’interno di Crystal Island viene regolata tramite un sistema di pannelli i quali verranno utilizzati per consentire inoltre una ventilazione naturale in estate e un mantenimento del calore durante l’inverno. Un intelligente progettazione degli spazi interni consentirà la diffusione della luce naturale in tutto l’edifico. Crystal Island naturalmente sarà un concentrato di tecnologie per la produzione di energia elettrica rinnovabile. Infatti oltre all’utilizzo di turbine eoliche verrà fatto ampio uso di pannelli fotovoltaici posti sulla superficie esterna della spirale.
In conclusione Crystal Island risulta essere, oltre che un progetto a dir poco ambizioso e pietra miliare nei 40 anni di progettazione di Foster & Partners , un interessante metodologia di adattamento al clima. Infatti l’edificio progettato per far vivere al proprio interno un grande numero di persone, combatte perfettamente contro gli inverni russi e le estati più calde grazie al suo impianto di ventilazione. Un ottimo esempio di adattabilità all’ambiente che ci circonda.