NUOVA classificazione REI per i muri caricati

A cura di:

REI o EI ? 
R: capacità portanteE: tenuta
I: isolamento termico
Situazione attuale: La totalità dei certificati di prova emessi in Italia secondo la vecchia normativa, non fa distinzione tra muri portanti e non, riportando la medesima classificazione REI.
Attenzione però, all’interno del certificato viene specificato che “l’elemento non è sottoposto a carico.”   
Come creare la differenza oggi?  
Tra le innumerevoli novità introdotte dalle norme europee di resistenza al fuoco attraverso il DM 16/02/2007, è presente quella della determinazione della resistenza al fuoco di murature e partizioni verticali in genere, sottoposte a carico.
Oggi i muri caricati si possono provare sottoponendoli a carico verticale e classificare REI; la durata della prestazione R è determinata dal tempo che trascorre fino al collasso della muratura.
L’errore fatto in passato di attribuire il simbolo R ad un elemento non sottoposto a carico, si evidenzierà quando verranno emessi rapporti relativi a “tramezzi” con classificazione EI o relativi a “muri caricati” con classificazione REI.

IL MERCATO RICONOSCERA' AL TUO PRODOTTO IL VALORE AGGIUNTO DELLE PROVE! 
Prenota presso il nostro laboratorio autorizzato,la prova comunemente denominata “dei muri caricati”
[email protected]