Lo “squalo bianco” di Italcementi

A cura di:

Il Gruppo Italcementi ha “pescato” uno squalo bianco. Si chiama difatti White Shark la nuova motonave entrata a far parte della flotta di Medcem, la società armatoriale del Gruppo creata in joint Venture con il Gruppo Romeo. La motonave va ad affiancare Turbocem, varata lo scorso aprile.
White Shark – che va così ad ampliare l’attività del Gruppo Italcementi nel settore del trasporto via mare del cemento sfuso – è una bulk carrier con una portata netta di 29.000 tonnellate suddivisa in 5 stive. Può essere utilizzata indifferentemente per carichi di materiale finito o semilavorato (cemento sfuso, clinker), per materie prime (loppa, prodotti siderurgici) e per combustibili per i forni (carbone, petcoke). White Shark sarà utilizzata prevalentemente sulla tratta atlantica, con carichi di cemento dall’Europa agli USA (il primo imbarco è previsto nel porto di Varna in Bulgaria) e con prodotti energetici nella rotta di ritorno (con primo sbarco a Ravenna).
Turbocem, la prima delle navi della flotta Medcem, prosegue nel frattempo a servire le cementerie del Gruppo nel Mediterraneo, dove è prevalentemente impiegata nella tratta Vassiliko (Cipro)/Ancona. Già in questi primi mesi di attività di Medcem, i risultati di esercizio hanno permesso un significativo risparmio sul costo dei noli.
La motonave è lunga 181,25 metri, larga 24,50, e ha una portata pari a 29.000 tonnellate.

Per informazioni sui prodotti Italcementi:
www.italcementi.it