Strumenti legislativi e tecnici per i piani urbanistici

A cura di:

”Non si deve piu’ costruire senza tenere conto delle ragioni della terra e dei conti che la natura prima o poi chiede di pagare quando viene deturpata. Per queste ragioni si deve voltare pagina, predisponendo fondi e piani ad hoc, e puntando, soprattutto, a una programmazione mirata e rigorosa e un coordinamento serio e responsabile tra gli organismi coinvolti”. E’ il testo del messaggio inviato dal ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo in occasione della prima giornata dei lavori del Convegno sul Strumenti legislativi e tecnici per la Valutazione Ambientale Strategica (Vas) dei piani urbanistici”. L’incontro e’ organizzato in collaborazione con la Consulta degli Ordini degli Ingegneri di Sicilia, con il Centro Nazionale Studi Urbanistici e con il Dipartimento di Architettura e Urbanistica dell’Universita’. ”La Vas – ha detto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania Carmelo Maria Grasso – ha una valenza fondamentale se inserita all’interno di un quadro normativo completo. La Sicilia ha una legge urbanistica risalente al 1978 che va ammodernata e integrata con le nuove linee guida per rispondere adeguatamente alle urgenti esigenze in fatto di sostenibilita”’.