Panorama normativo sui camini: i lavori del CEN/TC 166

A cura di:

L’1 aprile 2004 è iniziato il periodo transitorio per la marcatura CE dei camini metallici, da effettuarsi seguendo le disposizioni della norma EN 1856-1 “Camini, Requisiti per camini metallici, Prodotti per camini sistema”. La norma EN 1856-1 è una delle norme che riguardano i camini elaborate dal Comitato Tecnico CEN/TC 166 “Camini”, comitato fondato nel 1988 che ha sempre avuto presidenza italiana e segreteria affidata all’UNI.
L’attività normativa è stata intensa fin dall’inizio dei lavori, ma la prima norma è stata pubblicata nel 1999; negli ultimi anni la produzione di norme è sensibilmente accelerata e sono già 5 le norme pubblicate armonizzate ai fini della direttiva 89/106/CEE relativa ai prodotti da costruzione.

Il comitato tecnico CEN/TC 166 è strutturato in due gruppi di lavoro che seguono argomenti trasversali, cioè non legati al materiale con cui è fabbricato il camino (il Gruppo di lavoro 1 “Requisiti generali” e il Gruppo di lavoro 2 “Metodi di calcolo termofluidodinamico”) e due gruppi di lavoro e due sottocommissioni che lavorano invece su norme specifiche per materiale (il Gruppo di lavoro 3 “Camini di laterizio/ceramica” e il Gruppo di lavoro 4 “Camini di plastica”, la Sottocommissione 1 “Camini di calcestruzzo” e la Sottocommissione 2 “Camini metallici”).

Le norme pubblicate possono essere pertanto raggruppate in:
1. norme di carattere generale, indipendenti dal materiale di fabbricazione (UNI EN 1443 “Camini – Requisiti generali”, EN 13384-1 “Camini – Metodi di calcolo termico e fluido dinamico – Camini asserviti ad un solo apparecchio di riscaldamento”, EN 13384-2 “Camini – Metodi di calcolo termico e fluido dinamico – Camini asserviti a più apparecchi da riscaldamento”) e
2. norme specifiche per i diversi materiali:
– laterizio/ceramica (UNI EN 1806 “Camini, Blocchi di laterizio/ceramica per camini a parete singola, Requisiti e metodi di prova”, UNI EN 1457 “Camini, Condotti interni di terracotta/ceramica, Requisiti e metodi di prova”, UNI EN 13502 “Camini, Requisiti e metodi di prova per terminali di terracotta/ceramica”);
– calcestruzzo (EN 1857 “Camini, Componenti, Condotti fumari di calcestruzzo”, EN 1858 “Camini, Componenti, Blocchi di calcestruzzo”, EN 12446 “Camini, Componenti, Elementi esterni di calcestruzzo”);
– metallo (UNI EN 1859 “Camini, Camini metallici, Metodi di prova”, EN 1856-1 “Camini, Requisiti per camini metallici, Prodotti per camini sistema”).
Sono quindi 13 in tutto le norme finora pubblicate dal comitato tecnico CEN/TC 166, il cui programma di lavoro prevede il completamento dell’elaborazione di altre nove norme armonizzate legate al materiale (serie prEN 13063 sui camini sistema con condotti di laterizio/ceramica, prEN 13069 sugli elementi esterni di laterizio/ceramica, prEN 14471 sui prodotti di plastica, prEN 1856-2 sui prodotti di metallo, prEN 14989, parti 1 e 2, per prodotti metallici per apparecchi a tenuta stagna, revisione della UNI EN 1806), di una norma legata al materiale ma non armonizzata (prEN 14241-1 su requisiti e metodi di prova per prodotti per sigillatura), e di tre norme di carattere generale (prEN 13216-1 su metodi di prova generali, prEN 14297 sul metodo di prova per la resistenza al gelo/disgelo, prEN 13384-3 su metodi di prova semplificati per camini asserviti ad un solo apparecchio di riscaldamento).
Nel corso del 2004 dovrebbero essere pubblicate altre nove norme: il completamento del quadro normativo sui camini è quindi vicino.

Per informazioni:
UNI
Anna Caterina Rossi, Comparto Costruzioni
e-mail: [email protected]