Il banco dell’ebanista

A cura di:

L’ebanista è il falegname per eccellenza, l’artigiano che impiega legni pregiati per ricavare arredi, decori, oggettistica ornamentale di pregio.
E il banco, che evoca ancor oggi i gesti sapienti di antichi mestieri manuali capaci di trasformare materiali grezzi in manufatti preziosi, è lo strumento indispensabile per la buona riuscita del suo lavoro.
Carpentieri, falegnami, liutai e tutti gli artigiani che si relazionano con il legno impiegano questo oggetto della tradizione che può essere trasformato anche in un insolito elemento d’arredo da inserire in un contesto contemporaneo.
Il piano del banco ideato e realizzato da ECO.is misura 1.600 e 800 mm; lo spessore del piano in massello è di 45 mm; la cassettiera prevede tre cassetti, la morsa a vite montata lateralmente completa le sue funzioni base. Ogni pezzo è unico perché viene realizzato in base alle scelte dell’acquirente tra specie di legno diverse, stagionate naturalmente e lavorate con l’impiego di macchine tradizionali e l’intervento significativo di tecniche manuali, come la finitura ad olio steso a pennello e tirato a mano con straccio.
Tutti i legni che ECO.is propone sono di provenienza certificata, cioè da foreste gestite in modo sostenibile, come il Bostamarindedel Brasile certificato FSC nelle foto.
Tra le altre possibili opzioni ci sono le specie esotiche Angelim Pedra, l’Amaranto, il Muirapiranga e il Difou, mentre i legni di provenienza europea sono il Pero, il Ciliegio, il Noce, l’Olmo e il Frassino tipo “olivato”.
Distribuiti in Italia e all’estero direttamente dall’azienda, i banchi sono visionabili sul sito web e presso la show room ECO.is. 
ECO.is Idee Sostenibili
Via Casali, 5633048
S. Giovanni al Natisone (UD)
tel 0432 751018
 
Per ulteriori informazioni
www.ecois.eu