Housing Contest: FederlegnoArredo apre le iscrizioni agli abachi

A cura di:

È diventata concreta la grande opportunità che FederlegnoArredo ha pensato per il settore nell’ambito del progetto dedicato all’housing sociale, la nuova area di sviluppo che offre effettive possibilità di business per le imprese. 
Circa 300 i prodotti già segnati a catalogo e molte le imprese anche tra i nomi più prestigiosi che hanno già accettato la sfida dedicando prodotti a costo calmierato negli Abachi dell'Arredo e delle Finiture, esclusiva della Federazione.
Il 15 dicembre è la data ultima per le aziende per aderire a questa fase iniziale del progetto che muove i primi passi con il bando europeo di concorso Housing Contest, promosso da FederlegnoArredo, Comune di Milano, Ordine degli Architetti della Provincia di Milano, Assimpredil ANCE e IN/ARCHSezione Lombarda per la creazione di un Repertorio di progetti per edifici residenziali a elevate prestazioni e basso costo.I progettisti e le imprese che parteciperanno al bando potranno attingere dall’Abaco Arredi e dall’Abaco Finiture in cui solo i soci di FederlegnoArredo possono inserire i loro prodotti. In particolare l’utilizzo dell’Abaco Arredi è vincolante ai fini dei requisiti minimi di partecipazione al bando. 
Sono invitate a inserire gratuitamente i propri prodotti negli Abachi di FederlegnoArredo le aziende che appartengono ai comparti arredo, bagno, luce e prodotti di finitura per l’edilizia. La Federazione realizza in esclusiva per i propri associati l’Abaco Arredi e l’Abaco Finiture dai quali le imprese e i progettisti che parteciperanno al bando attingeranno per realizzare i loro progetti. 
Il progetto ha già delle opportunità reali. Il PGT del Comune di Milano, infatti, prevede che il 35% dei nuovi insediamenti residenziali sarà destinato all’housing sociale; a tal proposito è già prevista la realizzazione di edifici residenziali da destinare a social housing per una superficie lorda complessiva di 32.000 metri quadri e un totale di oltre 1.800 alloggi.
Anche Parma darà il via alla prima tranche del progetto che prevede la costruzione di 852 appartamenti dei quali 265 in affitto a canone sostenibile, 182 in affitto con previsione di riscatto dopo otto anni e 405 in vendita a prezzo convenzionato. L’intero progetto prevede infatti la realizzazione di circa 2.400 alloggi, con un investimento del Fia (Fondo investimenti per l’abitare) pari a 25 milioni di euro e 61.000 metri quadri di area da edificare compresi 2.400 metri quadri di servizi e spazi comuni.
L’iniziativa rientra nel più ampio progetto di FederlegnoArredo di rilancio dell’intero comparto – afferma il presidente di FederlegnoArredo Rosario Messina. Le nostre aziende non possono perdere l’opportunità che questo nuovo mercato potenzialmente molto promettente offre. L’housing sociale è una soluzione concreta e reale ai bisogni del mercato. Non parliamo di edilizia popolare ma di disponibilità di alloggi arredati con mobili di alta qualità e design a prezzi contenuti per una categoria di persone che non può accedere per vari motivi al libero mercato ma che ha bisogno di casa magari temporanea, studenti, manager, giovani coppie.
Per le imprese aderenti a FederlegnoArredo l’housing sociale rappresenta un’importante chance di accedere a un nuovo segmento di mercato con interessanti e vantaggiose prospettive di sviluppo”. Con il bando Housing Contest si intende promuovere qualità architettonica, ricerca e innovazione nel settore dell’edilizia residenziale, attraverso esempi concreti di edifici a elevate prestazioni tecnologiche realizzabili a costi e tempi contenuti.
I progetti che superano la selezione tecnica entrano a far parte di un Repertorio al quale i committenti potranno attingere per formulare business-plan puntuali e certi. Ma è solo l’inizio perché gli Abachi, al termine del concorso, resteranno patrimonio pubblico per i progettisti e gli operatori che quindi potranno sviluppare la domanda alle aziende che saranno iscritte con i propri prodotti dedicati. Questo nuovo progetto è un’importante occasione di business per i nostri associati – aggiunge l’amministratore delegato di FederlegnoArredo Giovanni De Ponti. Il Bando è un’opportunità che coinvolge trasversalmente le aziende associate del mondo delle strutture, delle finiture e degli elementi d’arredo, vetrina delle eccellenze progettuali e costruttive, nonché punto di riferimento per chi voglia partecipare alla definizione di una nuova politica industriale del settore e contribuire alla soluzione del problema casa. È un’occasione che i nostri associati non possono lasciarsi scappare, da subito. Esserci oggi vuol dire occupare uno spazio di mercato anche domani. Non a caso molte delle nostre aziende si sono già messe all’opera per elaborare nuove linee pensate per questo segmento”. Le imprese possono consultare sul sito di FederlegnoArredo le linee guida aggiornate che definiscono le prestazioni attese e i requisiti dei prodotti destinati agli Abachi e inserire gratuitamente i prodotti on line.