Federlegnoarredo e Federcasa per lo sviluppo sostenibile dell’edilizia sociale

A cura di:

FederlegnoArredo, federazione italiana delle industrie del legno, del sughero, del mobile e dell’arredamento, e Federcasa, federazione che associa 114 Enti in Italia che costruiscono e gestiscono abitazioni sociali con fondi pubblici, propri e prestiti agevolati, si sono incontrate il 7 giugno, in Fiera Milano Rho, in occasione di EIRE Expo Italia Real Estate, per firmare un’intesa congiunta.

Obiettivo dell’accordo: la promozione di azioni che portino alla realizzazione di soluzioni innovative, grazie all’uso del legno, che possano migliorare e sviluppare in modo sostenibile il settore dell’edilizia residenziale sociale sia pubblica che privata.

L’accordo quadro, di durata triennale, prevede l’impegno, da parte di Federcasa, nella promozione di iniziative di edilizia residenziale sociale, che prevedano l’utilizzo di sistemi costruttivi multipiano in legno e di un abaco di elementi di finitura e di arredo predisposto da FederlegnoArredo.
FederlegnoArredo, da parte sua, si impegna invece a promuovere e coordinare corsi di formazione sulla tecnologia degli edifici in legno per i tecnici degli enti associati a Federcasa, oltre a sostenere, all’interno di manifestazioni di settore, iniziative che valorizzino le esperienze degli associati a Federcasa nel settore della costruzione sostenibile e a basso costo.

“FederlegnoArredo, da sempre attenta al tema della sostenibilità, con questo accordo mette a segno un’ulteriore azione per la definizione di un “sistema dell’abitare italiano” che proponga, anche nel mercato dell’edilizia sociale, l’eccellenza e la qualità dello stile italiano nel mondo – commenta il neoeletto presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero. Questa intesa, inoltre, rappresenta un’ottima occasione di business per le aziende associate, che potranno guardare al nuovo mercato degli edifici residenziali, che richiede forte innovazione progettuale e nei processi di produzione”.

“Federcasa e i propri associati sono da sempre attenti al tema della sostenibilità nell’edilizia residenziale pubblica e lo fanno promuovendo e utilizzando soluzioni tecnico costruttive aggiornate e qualificate che riducano sia i costi degli edifici che i successivi oneri di gestione del patrimonio immobiliare – spiega Luciano Cecchi, Presidente Federcasa. La ricerca scientifica applicata alle costruzioni in legno negli ultimi 20 anni ha fatto passi da gigante. L’elevato rapporto raggiunto tra costi e prestazioni, unito alla notevole sinergia tra fattori prestazionali e ambientali, fanno delle costruzioni in legno una esemplificazione del principio fondamentale dell’edilizia sostenibile: “fare di più, con meno”. Velocità di costruzione, convenienza e controllo dei costi, risparmio energetico, sicurezza e sostenibilità ambientale, sono alcuni dei vantaggi che gli edifici in legno garantiscono come dimostrano i progetti e le esperienze in corso presso alcuni degli associati a Federcasa che si stanno confrontando con il trasferimento delle conoscenze scientifiche sul piano applicativo, inserendole in contesti urbani con una veste architettonica contemporanea”.