Dai materiali di scarto una piastrella speciale

A cura di:

Dalla sinergia tra mondo accademico, Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente dell’Università degli studi di Modena e Reggio, e le società lombarde Relight srl di Rho, azienda che si occupa di raccolta e recupero delle apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita, e Polis Manifatture Ceramiche S.p.A. di Bondeno di Gonzaga, azienda specializzata nella produzione di rivestimenti e pavimenti, è nata Relux, una nuova e speciale piastrella.
Si tratta di un progetto unico, voluto con l’obiettivo di nobilitare materiali usati e ridare loro nuova vita.
Relux è una piastrella dalle caratteristiche rivoluzionarie che utilizza vetro di lampade fluorescenti a fine vita come materia prima secondaria.
Prodotta in gres porcellanato smaltato e ottenuta con smalto composto dal 40% di vetro ad alte prestazioni tecniche, proveniente da lampade fluorescenti bonificate, sa unire alta qualità con un ridotto impatto ambientale, conformandosi alle nuove direttive europee in materia di smaltimento rifiuti e di politica integrata di prodotto.
Relux ha ottenuto il miglioramento delle prestazioni su 5 punti chiave: riduzione dello sfruttamento di materie prime; riduzione dei trasporti; riduzione del consumo di energia; recupero dei materiali di alta qualità; riduzione dello smaltimento rifiuti.
Polis Manifatture Ceramiche azienda che la produce, ha in progetto di realizzare un impianto fotovoltaico per la generazione di energia “pulita”, da utilizzare in parte nel ciclo produttivo.

Per ulteriori informazioni
www.poliscer.it