Rivoluzione digitale: oggetti intelligenti e risparmio energetico

A cura di:

La rivoluzione digitale ha già trasformato, e continuerà a farlo, i settori produttivi e la nostra quotidianità. Alcune innovazioni sono già ampiamente diffuse, altre sembrano ancora fantascienza, ma viviamo un’epoca di radicale cambiamento. Gli oggetti diventano intelligenti, tutto è costantemente connesso e tra i grandi vantaggi c’è sicuramente il risparmio energetico.

Rivoluzione digitale: oggetti intelligenti e risparmio energetico

Digitalizzazione, rivoluzione digitale, Internet of Things, nuove soluzioni digitali, Digital Disruption, quarta rivoluzione industriale. La lista potrebbe proseguire con altri innumerevoli termini e neologismi, oggi sempre più frequenti, che indicano un deciso cambio di passo che coinvolge in modo trasversale – chi più chi meno – tutti i settori produttivi.

Edilizia ed energia sono sicuramente campi in cui l’innovazione che si sta apportando, può dare grandi risultati, misurabili in diversi modi, tra cui il risparmio energetico.

Cos’è l’Internet Of Things?

La rivoluzione digitale porta con sé nuovi strumenti e soluzioni, il cui aspetto fondamentale è la connessione. Internet of Things (IoT), quindi l’Internet delle cose, sta proprio ad indicare l’estensione del mondo digitale e della connessione agli oggetti.

Alla base della rivoluzione digitale che stiamo vivendo, stanno oggetti e infrastrutture in grado di trasmettere informazioni e dati. La vera innovazione dell’Internet delle cose quindi non sta tanto nelle nuove funzionalità che oggi hanno molti oggetti, ma nella loro capacità di interagire, non solo con altri oggetti, ma anche con l’uomo.

Oggetti fisici rilevano e raccolgono dati (tramite sensori, contatori, …) e li trasmettono ad appositi “magazzini virtuali”, siano essi in locale o in cloud, dove vengono gestiti. Esempi applicativi si ritrovano nella domotica e nella Smart Home, nelle Smart City, nelle Smart Grid e nel settore della sicurezza. Il mercato della digitalizzazione sta crescendo costantemente, per fare un esempio, nel settore dell’elettricità gli investimenti in infrastrutture e software cresce annualmente del 20% e nel 2016 ha raggiunto circa 47 miliardi di dollari.

I sistemi IoT per lo sviluppo delle Smart city

Digitalizzazione dell’energia: maggiore efficienza e connessione

Per risparmiare energia ci sono diversi modi, ma in sostanze le regole sono due: risparmio ed efficienza. La digitalizzazione trasforma i sistemi e li connette, in modo che siano tra loro integrati e più efficienti. I consumatori di oggi sono sempre più attenti ai temi del risparmio energetico e della sostenibilità, oltre che – chiaramente – a quello del risparmio economico.

L’efficienza energetica è cercata sia dalla domanda che dall’offerta e per questo è fondamentale che lo sviluppo delle nuove tecnologie digitali avvenga in modo profondo e sistematico lungo tutta la filiera, dalla produzione alla gestione dell’energia. Allo stesso modo è fondamentale la dotazione di strumenti adeguati per la gestione delle enormi quantità di dati trasmessi e raccolti, da leggere ed elaborare.

L’elettricità e la rivoluzione digitale

L’elettricità permette infinite possibilità di diffusione dell’IoT. La maggior parte delle energie rinnovabili sono principalmente fonti elettriche e la digitalizzazione potrebbe favorirne l’integrazione ai sistemi tradizionali. In questo senso, nuove soluzioni digitali sono state sviluppate sia a grande scala, che a livello domestico. Si evolve di conseguenza anche il tema dell’energy storage, per permettere un più agevole consumo di energia autoprodotta e stoccata in loco.

Non si può parlare di evoluzione digitale del comparto elettrico senza parlare di Smart Grid, cioè delle reti di distribuzione elettrica intelligenti. Le Smart Grid sono realizzate con apposite tecnologie, che sfruttano la comunicazione e la trasmissione di dati fra tutti gli elementi che compongono la rete. Così ne permettono una gestione efficiente, inserendo anche i punti di produzione periferici e non centralizzati, come gli impianti fotovoltaici domestici. Con le Smart Grid è possibile gestire in modo efficiente l’energia elettrica distribuita, garantendo fornitura di energia costante ed evitando inutili sprechi. La comunicazione tra le parti connesse alla rete diventa biderezionale, con una domanda e un’offerta in costante connessione.

Smart Grid sono reti di distribuzione elettrica intelligenti

Smart mobility

L’elettricità e la rivoluzione digitale del comparto elettrico trovano ampio sviluppo anche in altri settori, diversi da quello prettamente energetico, quali quello della mobilità sostenibile, con sempre più impegno nello studio di nuovi sistemi intelligenti per rendere i trasporti più efficienti e sostenibili. Nuovi sistemi digitali permettono, inoltre, una miglior gestione logistica della mobilità, che grazie alla connessione e alla trasmissione di dati, diviene più semplice ed efficiente. I percorsi e la gestione dei mezzi sono ottimizzati, per ridurre i consumi, garantire i tragitti migliori e tenere sotto controllo diversi fattori esterni, aumentando la sicurezza. Per le città questo significa un maggior utilizzo dei mezzi pubblici, risolvere le problematiche legate alla congestione del traffico e ridurre l’inquinamento.

La trasformazione della mobilità verso la Smart Mobility

Smart Home

L’Internet of Things è anche in casa nostra, ha reso le nostre abitazioni più intelligenti e interattive. I sistemi di domotica mettono in connessione tutte le parti del sistema edificio, dal generatore di energia alla macchinetta del caffè. Le persone attraverso i loro smartphone possono controllare il sistema di illuminazione, la climatizzazione, il sistema di sicurezza e tutta una serie di altri dispositivi presenti in casa.

Come si stanno trasformando le abitazioni con la Smart Home

L’intelligenza della domotica – oggi si parla di termostati intelligenti, illuminazione intelligente, … – aiuta gli utenti ad essere consapevoli dei propri consumi e garantisce una gestione efficiente dell’energia, favorendo il risparmio, con continue rilevazioni e regolazioni dei consumi energetici.

Oggi sono presenti sul mercato sistemi di ventilazione o di riscaldamento (smart heating) che funzionano sulla base dei dati raccolti in casa e dall’utente. L’interazione è massima, tra l’utente e l’impianto e tra l’impianto e il contesto esterno. La ventilazione si attiverà sulla base della qualità dell’aria rilevata da appositi sensori e il riscaldamento potrà accendersi e programmare una regolazione in base alle previsioni del tempo. Utilizziamo il futuro, ma sarebbe corretto un tempo presente, tutte queste innovazioni sono già presenti ed è fondamentale che le persone prendano consapevolezza della portata della rivoluzione digitale che stiamo vivendo.