Pannello composito in soia/fibra

A cura di:

Le fibre residue possono essere canapa, lino, ramia o altre. L’aggiunta di uno specifico additivo naturale genera il legame incrociato della soia e produce una resina più rigida precedentemente impossibile da ottenere. I compositi possono essere riciclati, inceneriti o compostati dopo l’uso.

Le proprietà meccaniche dei bio-compositi sono paragonabili in determinate funzioni agli attuali compositi rinforzati con fibra di vetro e possono essere modellati tramite termoformatura in pannelli ondulati e strutturati.

Le applicazioni riguardano pannelli alternativi ai pannelli truciolari, skateboard e scaffalature.

Partnership

Questa scheda di Infobuild è realizzata in collaborazione con Material ConneXion®, il più grande centro di documentazione e ricerca sui materiali innovativi e processi produttivi provenienti da tutto il mondo.

Fondata negli USA nel 1997 da George M. Beylerian, nel corso degli anni ha raccolto nella sua Library, oltre 3.000 materiali e processi produttivi.

La Library si arricchisce ogni mese di 30-45 nuovi materiali, selezionati da una giuria internazionale e interdisciplinare, tra i tanti inviati direttamente dalle aziende o ricercati da tecnici specializzati.

I materiali, una volta scelti, vengono inseriti nel database on-line e fisicamente sia nella sede di New York che in quelle di Milano e Colonia e diventano le novità di prodotto più interessanti dal punto di vista dell’innovazione, delle caratteristiche tecniche e delle possibilità applicative.