Un cantiere sempre più verde

A cura di:

La quarta edizione di MADE expo, la manifestazione fieristica internazionale dedicata all’intero mondo del progetto e delle costruzioni che sarà a Fiera Milano, Rho dal 5 all’8 ottobre, offre ampia visibilità alla salvaguardia ambientale, all’ecosostenibilità e all’architettura verde grazie all’iniziativa AAA Agricoltura, Alimentazione, Architettura.

Tra le novità dell’edizione 2011 di MADE expo, AAA Agricoltura, Alimentazione, Architettura è lo spazio dedicato alla presentazione delle tendenze del progettare e costruire green e sostenibile, capace di coniugare lo sviluppo tecnico e professionale con il progresso urbano. Un cantiere verde, dove le aziende aderenti rappresentano il futuro della sostenibilità e nel quale verranno organizzate diverse iniziative, per un’opera di promozione e sensibilizzazione verso progettisti, architetti e costruttori sulle opportunità offerte da questa nuova tendenza del costruire.

All’interno dell’evento, durante i giorni di manifestazione, verranno presentati diversi progetti, a partire dalla mostra, curata da Maurizio Corrado, Vegetecture che, attraverso esempi di realizzazioni e progetti, sviluppa le ultime tendenze della disciplina che unisce verde e design e rappresenta la frontiera più avanzata dell’architettura internazionale. In Vegetecture l’elemento vegetale non è semplicemente una componente decorativa, bensì è il materiale primario della costruzione. Vegetecture è, quindi, un nuovo atteggiamento progettuale che considera il verde come ciò che costituisce l’ambiente ideale per la vita dell’uomo. Da qui la tendenza a attenuare il confine tra spazio della natura e spazio del costruito, che promette di essere un valido ed efficace strumento per la costruzione delle nuove città a orientamento ecologico.
La mostra verrà allestita con i progetti dei migliori studi internazionali di architettura, da Emilio Ambasz – Argentina a Zaha Hadid – Gran Bretagna, passando per lo studio italiano Carlo Ratti Associati, lo statunitense Dickson Despommier e Verde 360 dal Messico, e offrirà un vero e proprio spettacolo in movimento, che immergerà il visitatore in un ambiente avvolgente grazie a un sapiente utilizzo di sofisticate tecnologie di proiezione di ultima generazione.

Fortunato D’Amico arricchisce di contenuti lo spazio mostra di AAA, curando il progetto PLANETARIUM, una rassegna di progetti di architettura e design dedicati alla costruzione di una società più attenta e consapevole al rapporto tra le attività umane, l’agricoltura e l’ambiente. Ritornare a curare il giardino planetario è una condizione necessaria per garantire ai suoi abitanti la sopravvivenza e la qualità della vita. I cicli naturali, legati alle condizioni ambientali e alle fasi del sole e dalla luna, costituiscono la regole basilari per tornare a disporre di un habitat integrato alle reali necessità degli esseri umani.

Inoltre, all’interno del programma di AAA Agricoltura, Alimentazione, Architettura si terrà il convegno Bring the Forest in the City, organizzato per fare il punto sulla situazione internazionale delle alte tecnologie per il verde e sulle tendenze più avanzate dell’architettura sostenibile. Nell’anno internazionale delle foreste, la nuova sfida è utilizzare la vegetazione come elemento attivo della costruzione. Una modalità di progettazione che vuole risolvere concretamente i problemi dell’inquinamento e del risparmio energetico nelle città contemporanee. Orti, azioni di green guerrilla, verde pubblico: questo e altro sarà argomento di dibattito all’interno del convegno.

Infine, MADE expo sarà anche la sede dove verranno premiati i vincitori del concorso internazionale di design Natural Born Object Design Award, che promuove l’uso dell’elemento vegetale vivo all’interno della casa con la sua applicazione agli oggetti di uso quotidiano e contribuisce alla diffusione dell’idea di sostenibilità e benessere.

www.madeexpo.it