Torna l’interesse per i casali

Torna l'interesse per i casali

Soprattutto nelle due regioni famose per gli splendidi cascinali, come Umbria e Marche, si torna a cercare casa in campagna.
Dopo tre anni consecutivi di compravendite a scartamento ridotto e di prezzi di vendita in pesante flessione (-18% in media rispetto a maggio 2011), c’è un concreto ritorno di interesse per i casali umbri e marchigiani. Secondo i dati contenuti in un report realizzato dal Centro Studi di Casa.it, infatti, negli ultimi 12 mesi (maggio 2015 vs. maggio 2014) la domanda di chi è in cerca di un casale da acquistare, possibilmente già ristrutturato, è cresciuta del +1,6% nelle Marche e del +1,9 in Umbria.

A cercare pace e tranquillità nelle campagne umbre e marchigiane sono in primo luogo persone di età compresa fra i 45 ed i 65 anni che hanno deciso di uscire dalle realtà cittadine sia per motivi lavorativi sia perché in età di pensione.

I budget di spesa sono mediamente alti, trattandosi di immobili che, quando totalmente ristrutturati, hanno in media un costo compreso tra i 250.000 ed i 650.000 euro. Sugli importi incidono in modo rilevante le superfici acquistabili non solo come abitazione, ma anche come terreni a coltivazione diretta, nonché la presenza di piscine o campi da tennis, equitazione, boschi e laghetti.

Nel 2014 i prezzi medi di vendita al metro quadro di casali ristrutturati o in buone condizioni generali in Umbria sono stati compresi tra i 2.400 euro di Assisi e Torgiano e i 2.800 euro di Todi, con gli estremi a Baschi (1.600 euro) e Orvieto (3.200 euro). Più contenute le quotazioni nelle Marche, dove solo Fano e San Lorenzo in Campo superano la soglia dei 2.000 euro al metro quadro.

Nonostante il perdurare della flessione, i casali dell’Umbria e delle Marche oggi attraggono anche famiglie straniere, in larghissima misura provenienti dal Nord Europa (Regno Unito, Danimarca e Olanda).

Non bisogna dimenticare che questo genere di acquirente è anche figlio di una sorta di processo di migrazione spontanea avvenuto negli ultimi anni dai territori della Toscana grazie alle forti differenze di prezzo (mediamente del 30%).

 

Torna l'interesse per i casali
Torna l'interesse per i casali 2