Quando l’edilizia recupera la tradizione

A cura di:

Metti una baita nel campus: sono iniziati ieri, nel piazzale della facoltà di Ingegneria di Ancona (quota 160), i lavori di assemblaggio del modulo abitativo KH40plus, prototipo di casa prefabbricata in legno ecocompatibile dell’azienda Canducci Holzservice.
L’edificio, realizzato con tecnologia in x-lam, è il frutto di un progetto di innovazione e sviluppo pre-competitivo finanziato dalla regione Marche, di cui il Dipartimento DARDUS e il Dipartimento di Energetica dell’Università Politecnica delle Marche sono i partner scientifici. Hanno inoltre aderito come partner del progetto le aziende iGuzzini illuminazione, Aldes, Rotex, Unimetal e ISA infissi.

L’edificio, di circa 40 mq, è composto da tre blocchi prefabbricati che sono stati trasportati su gomma direttamente dal sito di produzione e verranno assemblati a secco.
L’inaugurazione, con conferenza di presentazione del progetto, si svolgerà mercoledì 19 maggio alle 14.30 presso l’Aula Magna d’Ateneo a Ingegneria, all’interno del ciclo di incontri “I mercoledì dell’Architettura”.
Il modulo, che ospiterà la mostra delle tavole di progetto, sarà visitabile fino alla prima decade di giugno. I lavori di assemblaggio dell’edificio dovrebbero durare tre giorni, tempo permettendo.
È possibile fotografare le fasi di assemblaggio nel piazzale di ingresso a Ingegneria.
Una casa prefabbricata in legno ecocompatibile a Ingegneria

www.univpm.it