Nuove forme dinamiche nella patria di Omero

A cura di:

Una sinergia di architettura e natura dà forma al complesso Dolce Vita Towers, situato a Smirne e affacciato sul mar Egeo, pensato totalmente in chiave ecosostenibile.
Oggi terza città più grande della Turchia con 3,5 milioni di abitanti, Smirne vanta il leggendario titolo di città natale del poeta Omero e si è guadagnata nei secoli l’appellativo di “perla dell’Egeo” grazie anche ad una forte evoluzione sia commerciale che turistica.
Due sinuose torri caratterizzano il concept del complesso multifunzione, per il quale Progetto CMR, in partnership con DNA, è stato selezionato dalla società Miray, aggiudicandosi l’importante incarico di progettazione.
Gli edifici, l’area commerciale, il verde e l’acqua sono stati combinati in modo da ottenere un forte dialogo tra le differenti funzioni, capace di incrementare il valore dell’intero complesso. Le torri, destinate una al residenziale e una ad uffici, sono pensate in ogni dettaglio per assecondare le condizioni naturali del sito, garantendo un risparmio energetico ed economico grazie allo sfruttamento della luce naturale, della radiazione solare e della potenza eolica.
Serre e terrazzamenti collocati lungo tutta l’altezza degli edifici permettono una distribuzione del verde che prolunga e accompagna il paesaggio naturale dal livello della terra, fino al cielo. Una Dolce Vita, dunque, per evocare il comfort e la qualità della vita all’interno di questo nuovo stabile, oltre che come forte richiamo allo stile italiano che l’ha concepito.