Inaugurata la cattedrale di Reggio Emilia

A cura di:

“Bisogna dedicare tutte le risorse che abbiamo a custodire questo patrimonio e a tramandarlo alle generazioni future”.
Con queste parole il ministro per i Beni e le Attività culturali Sandro Bondi ha inaugurato- con le altre autorità presenti – il restauro della Cattedrale di Reggio Emilia. dopo sei ani di lavori.
“La bellezza della nostra Cattedrale, oggi ritrovata – ha aggiunto il sindaco Graziano Del Rio – e’ un invito alla speranza, sia pure nelle preoccupazioni quotidiane e per il futuro.
Se è vero, come ha scritto Dostoevskij, che ‘la bellezza salvera’ il mondo’, la Cattedrale è un grande segno di speranza tra noi, per la nostra citta’”.
La cerimonia si e’ tenuta al teatro municipale Valli; un convegno ha illustrato i lavori eseguiti. Presenti ai lavori, oltre al ministro al sindaco, il vescovo Adriano Caprioli e il vescovo ausiliare Lorenzo Ghizzoni; Antonio Paolucci, direttore dei Musei vaticani; l’architetto Carla di Francesco, direttore regionale per i Beni culturali; monsignor Giancarlo Sandri, gia’ presidente dell’Ufficio nazionale per i Beni culturali ed ecclesiastici della Conferenza episcopale italiana; l’architetto Mauro Severi, direttore dei lavori di restauro e Fabio Storchi, presidente del Comitato per il restauro della Cattedrale. La cattedrale di Reggio Emilia, piu’ grande per dimensioni delle cattedrali di Modena e Ferrara, ha uno stile architettonico composito che va dal Romanico (Medio Evo) al Rinascimento e al Barocco; sui suoi muri e sulle opere d’arte una sorta di “enciclopedia”della citta’ dove si leggono – ancora meglio dopo i restauri – i segni della storia civile e religiosa di Reggio e della sua Diocesi.

Fonte AGI