Il mercato recupera solo grazie ad un maxi bando

A cura di:

L’auspicio è che si possa chiudere rapidamente l’iter di approvazione del regolamento attuativo del Codice sul quale l’Autorità e il Consiglio di Stato hanno in questi giorni formulato i rispettivi pareri”.

Parallelamente, però, occorrerà che l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici elabori precise indicazioni sull’attuazione di queste norme, nell’ambito delle linee guida sui servizi di ingegneria e architettura cui sta lavorando L’esigenza di certezza del diritto non deve infatti essere disgiunta dall’esigenza di un buon andamento dell’azione amministrativa. Tutto ciò siamo certi – ha concluso Oddi Baglioni – che avrà un impatto positivo sul settore, limitando alla radice il contenzioso e creando un quadro generale virtuoso in cui tutti gli operatori potranno esprimere al meglio le rispettive potenzialità”.

Tornando ai dati dell’Osservatorio, il numero delle gare italiane pubblicate sulla gazzetta comunitaria, è passato dalle 84 unità del gennaio-febbraio 2009 alle 35 di quest’anno, -34,5%. Nell’insieme degli altri Paesi dell’Unione Europea la domanda di servizi di ingegneria e architettura presenta nel primo bimestre 2010, una flessione (-24,4%) minore di quella italiana. L’incidenza del nostro Paese in numero di gare continua a scendere attestandosi su un modesto 3,4% (Francia 45,8%, Germania 10,8%, Spagna 8,1%, Polonia 5,7%, Gran Bretagna 4,2%).