Il mattone scala la montagna

A cura di:

Poche sorprese per quanto riguarda le località più costose. Al primo posto si attesta, in Trentino, Madonna di Campiglio, con i suoi 11 mila euro al metro quadrato. Di tutto rispetto anche i prezzi della Valle D’Aosta: i 9500 euro che si è costretti a sborsare per una casa a Courmayeur o i 7000 che bisogna mettere in conto se si vuole acquistare un appartamento a Gressoney – Saint Jean.
Si arriva invece a 6500 euro al metro quadrato a Madesimo, in Lombardia. Ne servono 6mila per Sèstrière e Bardonecchia, nonostante il Piemonte, in media, si sia mosso in controtendenza, registrando una contrazione delle quotazioni.
Passando ai dati regionali, a guidare la classifica dei rialzi è la Valle D’Aosta, con un incremmento del 3,8% che però, in alcune località, ha raggiunto picchi ben maggiori. E’ il caso, ad esempio, di Ayas-Antognod che ha visto i prezzi aumentare del 15.4%.
Medaglia d’argento per il Trentino Alto Adige che ha messo a segno un balzo del 3,5%. Da segnalare soprattutto l’andamento del mercato di Andalo, con un incremento delle quotazioni del 16,7%. A trainare i prezzi è la scarsa offerta, a seguito di una normativa che consente la vendita come seconda casa solo per le abitazioni di nuova costruzione che hanno ottenuto la concessione edilizia prima dell’entrata in vigore della legge e per gli alloggi sorti in seguito a ristrutturazioni di spazi già esistenti.
Un eccesso di offerta contraddistingue, al contrario, il Piemonte che per questo smentisce la generale tendenza al rialzo mostrata in Italia. L’ingente immissione di immobili, in occasione delle ultime Olimpiadi invernali, ha costretto i proprietari a ritoccare verso il basso i prezzi delle abitazioni, con cali che, nel caso di Onlux e delle sue frazioni, hanno raggiunto, rispettivamente, l’8% e il 5,6%.
In generale, i dati dell’Ufficio Studi di Tecnocasa, evidenziano una decisa preferenza, da parte degli acquirenti, per le dimensioni non superiori agli 80 metri quadrati.
A fare la differenza, è spesso la presenza di box o posti auto, così come la centralità dell’immobile e la possibilità di raggiungere facilmente gli impianti sciistici. Molto apprezzati anche camini e giardini e, magari, per i più esigenti, una piacevole vista panoramica.