Domus Legno: successo oltre le aspettative

A cura di:

La manifestazione, unica nel suo genere, si rivolge a ingegneri, architetti, geometri, prescrittori in genere, attenti all’innovazione e al progetto, e non si pone in concorrenza con altre fiere settoriali dedicate all’impresa di costruzione. Fino a qualche tempo fa infatti il progettista si curava poco di pavimenti, porte, finestre, ora invece si interessa di tutte le attività legate al progetto e quindi alla costruzione in senso lato e ai componenti, alla ristrutturazione del tetto e al solaio, al palazzetto dello sport costruito con travi lamellari e al ponte di legno, ma anche alla casa a struttura di legno, vera e propria specializzazione di Domuslegno.
La manifestazione si è quindi rivolta a chi progetta anche la ristrutturazione degli alberghi, da qui la collaborazione con il SIA, destinata a diventare sempre più stretta.
Pieno successo per gli eventi in programma nei tre saloni dell’edizione 2006: il salone dei pavimenti di legno, il salone dei serramenti e della ferramenta per porte e finestre, il salone delle strutture, dei tetti e delle case di legno.
Domuslegno ha offerto una formula nuova e originale al mercato degli operatori in edilizia, attraverso una manifestazione che, sicuramente unica nel settore legno, offre spazi di intrattenimento gratuito a disposizione degli operatori: gli allestimenti di colore bianco, i riflessi della luce intensa sul pavimento grigio chiaro, i bar e il ristorante completamente gratuiti per gli espositori e i rispettivi clienti, a loro esclusiva disposizione hanno garantito un’ospitalità unica.
L’obiettivo di Domuslegno è quello di mostrare al progettista che il legno è il materiale del futuro, ecologico ed elegante. Nazioni più progredite della nostra mirano ad utilizzare obbligatoriamente il 25% di legno sul totale del volume di una costruzione, mentre da noi il legno rappresenta forse lo 0,8% dell’impiego totale dei materiali.
Anche per questo Domuslegno è promotrice di cinque master che si svolgono ogni anno in diverse città italiane.
Il Master interattivo per progettisti: “Legno e nuove norme tecniche per le costruzioni, progetto e calcolo in zona sismica”, che si è svolto all’interno dell’articolata offerta didattico-seminariale proposta da Domuslegno e coordinata e diretta dal prof. arch. Franco Laner dell’Università IUAV di Venezia, ha visto la partecipazione di 161 professionisti, architetti, ingegneri, geometri, tecnici aziendali.
I corsi DomusLegno svolti in collaborazione con le Associazioni di categoria, con gli Ordini e Collegi professionali, sono tenuti da specialisti e cultori della materia di diverse Università italiane. Hanno contenuti didattici articolati attorno ai principali temi delle costruzioni di legno, dal progetto e calcolo di solai e tetti, al consolidamento e restauro, al progetto dell’edilizia residenziale di legno, fino alle più impegnative strutture di legno lamellare di grande luce, al calcolo in zona sismica.
Una delle specializzazioni di Domuslegno è la costruzione di case a struttura di legno: ventidue le imprese che offrivano un prodotto che sta entrando nella mentalità e nel gusto degli italiani.
A questo proposito è stata presentata a Domuslegno la prima ricerca italiana svolta in questo segmento da Andrea Ballarin dell’Università di Padova, che rappresenterà il compendio alla prima “Guida all’acquisto delle case di legno” distribuita in edicola nel prossimo febbraio.
Numerosi anche i partecipanti agli incontri che si sono svolti nella sezione “Il legno nell’acqua” dove si è discusso del legno a contatto con l’umidità, quali specie legnose e quale tipologia di pannelli sono adatti per le costruzioni in ambienti umidi.
Appuntamento per la quarta edizione, alla Fiera di Rimini, dal 24 al 27 novembre 2007 sempre in contemporanea al SIA Guest, ma con una nuova sezione dedicata alla Bioarchitettura.
Nasce infatti Domusbio, edilizia e architettura sostenibili, per ristrutturare casa e albergo con materiali naturali.

Per ulteriori informazioni:
www.domuslegno.net

Domuslegno
Rimini 25-28 Novembre 2006