Crollano le vendite di case

Crollano le vendite di case

Una volta l’investimento sul mattone era alla base della nostra economia.
Oggi con il crollo delle vendite che nel 2012 è sceso del 22,6% sottolinea una crisi forte a discapito del mondo delle costruzioni.
Il numero complessivo di convenzioni per trasferimenti di proprietà immobiliare nel 2012 è stato pari a 632.117.
L’Istat,  ha anche evidenziato una flessione maggiore nel quarto trimestre quando il calo si e’ aggravato (-25,7%). Le convenzioni di compravendita di unita’ immobiliari ad uso abitazione ed accessori (587.330) diminuiscono del 22,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; quelle di unita’ immobiliari ad uso economico (39.654) del 19,7%.
Nel complesso, il 2012 fa registrare una flessione tendenziale in tutte le ripartizioni geografiche. Le Isole, in particolare, mostrano sia per il settore dell’abitativo ed accessori (-24,5%) che per quello economico (-30,6%) i decrementi piu’ consistenti. Rispetto al 2006, le convenzioni notarili per i mutui con costituzione di ipoteca immobiliare diminuiscono del 54,7%. Sono in particolare le Isole (-46,9%) e il Sud (-40,5%) a registrare una maggiore contrazione dei finanziamenti.

 

Crollano le vendite di case
Crollano le vendite di case 2