Bio Abitare

A cura di:

Dal 12 al 14 maggio 2006 avrà luogo nel comprensorio fieristico di Trieste “Bio Abitare nel centro est Europa”, manifestazione con un unico filo conduttore – il vivere sano nel senso più ampio del termine – che si svilupperà in percorsi distinti con la presentazione di prodotti, servizi, tecnologie e soluzioni dedicate al mondo della bioedilizia e alla qualità dell’abitare e al benessere.
Obiettivo della manifestazione sarà quello di offrire una panoramica esaustiva di prodotti, servizi, tecnologie e soluzioni legate al mondo della bioedilizia e alla qualità dell’abitare, promuovendo con maggiore attenzione la ricerca, lo sviluppo tecnologico e i servizi avanzati connessi per rappresentare un punto d’incontro tra richiesta e offerta di tecnologie.
La manifestazione sarà aperta ad operatori e pubblico, con due momenti di eccellenza: la parte espositiva e la parte convegnistica, dedicata ai professionisti del settore come occasione di confronto e formazione, per la quale ci si avvale della collaborazione di un Comitato Scientifico composto dall’Università di Trieste, Facoltà di Ingegneria e Architettura, dall’Area Science Park, dall’ATER, dall’ANCE Trieste e dagli Ordini Professionali (Ingegneri, Architetti, Geometri).
L’apertura ufficiale della manifestazione è prevista per la mattina di venerdì 12 maggio, con un convegno su “Tecniche innovative per un ambiente urbano più sostenibile”.
Nel pomeriggio verranno presentati i progetti realizzati dagli studenti delle Facoltà di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste nell’ambito dell’edilizia sostenibile e del risparmio energetico.
Il ricco programma convegnistico proseguirà con la trattazione di tematiche quali l’efficienza energetica degli edifici, il ruolo della tecnologia nella riduzione dei consumi e nell’aumento della qualità, la bioclimatica.
Nello specifico campo del benessere verranno presentate nuove tecniche di ringiovanimento rese possibili dalle sorgenti di luce pulsata, cui seguiranno dimostrazioni dal vivo.
Con la collaborazione di Area Science Park verranno creati dei momenti di presentazione e incontro per aziende del settore, che avranno modo di illustrare soluzioni tecnologiche e progettuali sui temi dell’energia
(risparmio e produzione sostenibile) – gestione acque (risparmio e impiantistica domestica ed industriale) – restauro edifici (la bioedilizia al servizio del recupero di centri storici) – progettazione con il verde (l’uso dei vegetali in bioedilizia e i nuovi materiali per il bioarredo) – infrastrutture pubbliche (progettazione in bioedilizia per strutture ricettive e a funzione pubblica) – qualità ambienti (salubrità nelle abitazioni e negli ambienti di lavoro).
A conclusione del momento informativo e secondo una logica di open matchmaking, verranno creati e gestiti dei tavoli di lavoro per favorire l’incontro tra i suddetti relatori e i soggetti eventualmente interessati.
Verranno creati dei “laboratori interattivi” rivolti:
– agli studenti delle Facoltà di Ingegneria e Architettura, per far acquisire ai giovani progettisti le conoscenze e gli strumenti base dell’architettura bioclimatica tramite il supporto e la guida di professionisti del settore.
Dopo un’introduzione teorica sui principi del costruire ecosostenibile, i futuri ingegneri e architetti affronteranno alcuni problemi tipici della bioarchitettura e potranno lavorare insieme per imparare a progettare in maniera integrata e sostenibile
– alle famiglie, per far capire loro la necessità di vivere in un ambiente sano, e in particolare ai bambini, ai quali sarà dedicato uno spazio giochi con materiali naturali e atossici.
Saranno messi a disposizione dei giochi solari in legno, utilizzando i quali verranno realizzati dei piccoli laboratori sul fotovoltaico rivolti proprio ai ragazzi
– alle imprese. Grazie alla Scuola Edile di Trieste verrà realizzato un “cantiere in corso” dove i visitatori potranno osservare squadre di futuri operai edili e montatori al lavoro, toccando con mano e sperimentando direttamente la validità delle soluzioni e dei materiali proposti.
Inoltre:
– un “ecosportello” sarà a disposizione di quanti desiderano avere risposte semplici e chiare agli innumerevoli dubbi e curiosità nell’ambito della bioarchitettura e della sfera del benessere
– una zona espositiva dell’area benessere sarà riservata ai visitatori che vorranno provare direttamente i trattamenti.
Sono previste infatti dimostrazioni di massaggi shiatsu, ayurvedici, yoga, iridologia nonché dimostrazioni di trattamenti contro l’invecchiamento della pelle e la formazione di cellulite
– sarà in esposizione una “Cellula Abitativa Integrata” già realizzata dall’ITEA di Trento: si tratta di un alloggio dimostrativo, dotato di ausili, impianti, tecnologie e arredi pensati per facilitare le attività quotidiane ad anziani o persone con disabilità motorie, realizzato ponendo particolare attenzione anche alla struttura architettonica per la quale è stato scelto un approccio di tipo ecologico.
La Cellula è realizzata infatti in legno di larice naturale, coibentata con fibra di legno, rifinita con materiali biocompatibili e automatizzata con i criteri della “domotica”.
La Cellula in esposizione è strutturata come un vero e proprio appartamento, dotato di zona giorno (salotto con angolo cottura), stanza da letto e bagno

Per ulteriori informazioni
www.fiera.trieste.it/bio