Sabbiatura criogenica: i vantaggi di un metodo efficace non abrasivo

A cura di:

Rimozione di vecchi strati di vernice applicata su travi e mattoni a vistaBisogna, infatti, sapersi muovere con attenzione tra i tanti nuovi prodotti e le tecniche che il mercato di questo settore propone.

A volte la stessa acqua, che parrebbe il più semplice elemento atto alla pulitura, potrebbe, qualora assorbita ad esempio nella struttura muraria, determinare una notevole diminuzione dell’isolamento termico.

L’acqua inoltre agisce da veicolo per l’entrata di sostanze saline e acide responsabili di corrosioni, sfaldature, degradazione chimica e fenomeni di crescita di organismi vegetali, ecc.

Rimozione di intonaco ammalorato
Eliminazione di intonaco ammalorato con unità mobilie MOBIL UNIT che permette di utilizzare aria compressa prodotta da motocompressore

Questo è forse il punto cruciale: l’assoluta disinvoltura di troppi operatori quali architetti, esecutori e amministratori che, muovendosi secondo le proprie logiche operative senza un approccio sistematico alle varie problematiche, non tengono adeguatamente in considerazione la salvaguardia del manufatto secondo i principi della conservazione e della manutenzione successive.

Sistema di pulitura criogenica della A&G Chemical Production

Nella pulizia criogenica vengono utilizzate pellets di ghiaccio secco, senza l’ausilio di detergenti, solventi, acqua. Il ghiaccio secco è costituito da anidride carbonica solida a bassissime temperature.

Pulizia di travi in legno
Pulizia di travi in legno durante un recupero edilizio

A queste basse temperature la pulizia avviene in modo più efficace grazie alla combinazione dell’effetto meccanico e termico.

La sabbiatura criogenica

La CO2 solida (ghiaccio secco) e l’aria compressa sono le uniche sostanze usate per la pulizia:

  • Aria compressa: Prodotto naturale CO2
  • Ghiaccio Secco: Anidride carbonica solida che sublima (passaggio dallo stato solido allo stato gassoso) senza lasciare residui.

La pulizia avviene solo per shock termico, infatti si utilizza ghiaccio secco e lo si lancia attraverso un tubo speciale per mezzo di aria compressa contro la superficie da pulire.

Rpristino vetroresina
Rimozione del gelcoat per il ripristino della vetroresina ammalorata

Lo sporco colpito dal ghiaccio secco si raffredda, il salto termico è sempre notevole se si pensa che la superficie da pulire possa avere la stessa temperatura dell’ambiente, supponiamo 20°C, e il ghiaccio secco è a – 78° C si ha una differenza di temperatura di circa 100°C.

Così raffreddato lo sporco perde adesività verso il supporto e l’aria lo stacca definitivamente senza rovinare il supporto. La criosabbiatura non è abrasiva né invasiva.

Campi di impiego

Questa tecnologia può essere utilizzata ovunque vi siano sporchi di natura organica e dove la possibilità di una pulizia in assenza di acqua o detergenti possa essere molto vantaggiosa, ad esempio:

  • Industria alimentare
  • Industria chimica
  • Industria edile
  • Industrie grafiche
  • Industria nautica
  • Fonderie alluminio in conchiglia
  • Pulizia di monumenti

I vantaggi della sabbiatura criogenica

La sabbiatura criogenica possiede molti benefici:

  • assenza di solventi
  • assenza d’acqua e umidità
  • assenza di abrasività
  • assenza di polveri
  • nessun prodotto da smaltire (ad esclusione del prodotto asportato)
  • bassissimo impatto ambientale
  • conforme alle normative FDA / BGA

Le attrezzature impiegate

Le macchine a disposizione prodotte da A&G sono la DRY GUN 01 la DRY GUN 02 e la MOBIL UNIT 01 e 02.

Sono tutte criosabbiatrici: le DRY GUN sono macchine che utilizzano aria prodotta da elettrocompressore mentre le MOBIL UNIT possono utilizzare sia aria prodotta da elettro compressore che aria prodotta da motocompressore perché nell’unità MOBIL UNIT è compreso anche il trattamento dell’aria: essiccazione e raffreddamento.

Criosabbiatrice DRY GUN
Macchina sabbiatrice DRY GUN 01

Per “lanciare” il ghiaccio secco miscelato ad aria compressa sono a disposizione due tipi di pistole P06 e P16; la prima per pressioni di esercizio fino a 7 bar la seconda può arrivare fino 14 bar e diversi tipi di ugelli. Inoltre A&G mette a disposizione della clientela diverse dimensioni di ghiaccio secco per le più svariate necessità: pellets da 1,7 mm da 2,2 mm e 3 mm.

Criosabbiatrice Mobil Unit 02
Criosabbiatrice Mobil Unit 02

Durante la fiera EDIL 2007 tenutasi a Bergamo dal 29 Marzo al 1 Aprile, A&G ha partecipato all’evento “PREMIO PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA” presentando la MOBIL UNIT unità di sabbiatura criogenia, ed ha ricevuto il riconoscimento con la seguente motivazione: “Per l’innovativo processo e sistema criogenico che attraverso l’utilizzo di ghiaccio secco e aria compressa consente di pulire e recuperare facciate senza l’utilizzo di sabbia o prodotti chimici tutelando la salute degli operatori e la tutela dell’ambiente. In particolare viene premiato l’impegno nello sviluppo della tecnica e del macchinario per renderla operativa.”

Per ulteriori informazioni www.aegchem.com