Umbria: costruzioni in zone sismiche

A cura di:

L'esame del testo del disegno di legge sulla vigilanza e il controllo sulle opere e le costruzioni da realizzare nelle zone sismiche, e' stato avviato dalla seconda Commissione consiliare di Palazzo Cesaroni, presieduta da Franco Tomassoni.
Il testo predisposto dalla Giunta, e' stato illustrato dall'ingegner Luciano Tortoioli, direttore regionale dell'area ambiente, territorio e infrastrutture che lo ha spiegato con la necessita' di adeguare anche l'Umbria al dispositivo di una sentenza della Corte costituzionale che impone a tutte le Regioni di superare il vecchio sistema dei controlli a campione.
Tutte le Regioni – e' detto in una nota – stanno predisponendo disegni di legge che prevedono il rilascio di autorizzazioni preventive da parte delle Province, per opere pubbliche e singole costruzioni, ricadenti nei territori dei comuni appartenenti alle prime due classi di pericolosita' sismica: piu' di due terzi dei comuni umbri, 18 dei quali nella prima classe e 51 nella seconda.