Il meeting invernale dell’Angaisa

A cura di:

Il 4 Dicembre, presso l’Unione del Commercio di Milano, si è tenuto il Meeting Invernale ANGAISA 2003 alla presenza di oltre 260 persone rappresentanti l’Industria e la Distribuzione del Settore Idrotermosanitario.

Il Presidente Sig. Riolfi ha illustrato le anticipazioni dell’Osservatorio dei bilanci della Distribuzione del 2004 che raccoglie circa 250 bilanci di Aziende del Settore e calcola, attraverso il modello matematico sviluppato dall’Associazione, le stime di chiusura del 2003 e le prospettive del 2004.
Il fatturato consolidato del campione è pari a quasi 2 miliardi e 500 mila Euro; in particolare il fatturato consolidato 2002 è pari a 2.449 milioni di Euro; la crescita 2003 è stimata in un + 2,31% e la crescita 2004 è prevista in un +3,15% portando il fatturato consolidato a 2.583 milioni di Euro (tutti i valori sono in valuta corrente).
In pratica, dopo un lungo periodo di crescita, sostenuto dai ritmi del comparto delle costruzioni, il Settore Idrotermosanitario accusa, nel 2003, una battuta di arresto e fa segnare per il 2004 i primi timidi segnali di ripresa.

I lavori del Meeting sono proseguiti con l’intervento, molto atteso, dell’Arch. Lorenzo Bellicini, direttore tecnico del Cresme (Centro Ricerche Economiche, Sociali, di Mercato, per l’Edilizia e il Territorio), il quale ha presentato le considerazioni e le previsioni sia sul Settore delle Costruzioni che sul Settore Idrotermosanitario.

Dopo aver disegnato un panorama globale dell’evoluzione dell’economia, Bellicini ha commentato i profondi cambiamenti che sono avvenuti nella valutazione del PIL (Prodotto Interno Lordo) Italiano nel 2003; andiamo dal massimo del +2,3% ipotizzato dal Fondo Monetario Internazionale nel Settembre del 2002, al + 0,3 valutato da Cresme e Prometeia nell’Ottobre di quest’anno: in mezzo c’è tutta l’incertezza di una Economia in fase di frenata accentuata, brusca nel finale.
Successivamente Bellicini ha spostato l’attenzione sul comparto delle Costruzioni, presentando la nuova tavola degli Investimenti nel settore che raggiungono, nel 2003, quota 165,7 Miliardi di Euro, con una ripresa della nuova costruzione, soprattutto nel Genio Civile.

L’edilizia Residenziale presenta una situazione particolare; dopo il primo sorpasso della Ristrutturazione, che nel 1996 ha superato gli investimenti in Nuove Costruzioni, assistiamo in questi anni alla ripresa degli stessi che incrociano, superandole, le Ristrutturazioni nel 2001.
Le previsioni dei prossimi anni vedono un rallentamento delle Nuove Costruzioni e la ripresa delle Ristrutturazioni, per cui, probabilmente, intorno al 2008 assisteremo ad un nuovo incrocio dei due indicatori.

Le compravendite immobiliari sono un indicatore estremamente significativo sia per il mercato dell’edilizia, che per il mercato Idrotermosanitario; ogni casa compravenduta necessita di interventi di manutenzione più o meno importanti; la vivacità del mercato immobiliare degli ultimi anni, che ha visto tassi di crescita consistenti, quasi sempre a due cifre, testimonia la vivacità del mercato Idrotermosanitario e solo nel 2003 è previsto un calo nelle compravendite.

I tassi di crescita delle vendite dei distributori del settore rallentano, ma l’Italia non è tutta uguale, ci sono regioni che tirano, altre che flettono; è la consueta rappresentazione di un mercato sempre più a macchia di leopardo, sia in termini di prodotti, più o meno richiesti, che di aree geografiche.

I distributori Associati ANGAISA stimano il mercato stazionario o in leggera crescita per il 2004; tale stima è uniformemente spalmata su tutte le Regioni; i distributori più piccoli sono leggermente pessimisti, mentre i più grandi sono più ottimisti.

Per confrontare i diversi settori, Cresme ha preso in esame la crescita delle Vendite, in valori correnti, di Costruttori, Produttori, Distributori Idrotermosanitari e Distributori di Materiali Edili; a completare è stata inoltre rappresentata la crescita degli investimenti in edilizia tracciata da Cresme.

I Costruttori hanno avuto un andamento altalenante, i Produttori in leggera discesa, i Distributori ITS dopo una discesa riprendono ed i Distributori di Materiali Edili entrano nella serie per la prima volta e con una crescita a due cifre.

Una ulteriore slide testimonia come il forte processo di concentrazione in atto nella Distribuzione ITS sia particolarmente sentito dalle piccole aziende che presentano forti percentuali di fatturato in discesa; la fonte dati è il campione ANGAISA dell’Osservatorio dei Bilanci.

L’esame della situazione su un periodo più ampio (1997-2001) evidenzia lo spostamento di rappresentatività di fatturato a favore delle aziende più grandi.

La dinamica evolutiva, già tracciata in occasione del Convegno ANGAISA di Perugia, è nota: i piccoli crescono, si aggregano a livello locale, regionale per poi riaggregarsi a livello di gruppi pluriregionali.

La manifestazione si è conclusa con un saluto brevissimo del Presidente Riolfi che ha annunciato la data e la località del prossimo grande 12° Convegno ANGAISA che si terrà a Verona tra il 18 ed il 21 Maggio 2005; nel 2004 si terranno come di consuetudine i Meeting di aggiornamento semestrale.

ANGAISA
via Pelizza da Volpedo 8, 20149 Milano
tel. 0248591611 fax 0248591622
e-mail info@angaisa.it
contatto: Corrado Oppizzi