Woodbox

A cura di:

Woodbox, il progetto che nasce dalla collaborazione tra l’azienda Denaldi, architetture in legno, e il Latec, laboratorio tecnologico del Centro Interdipartimentale per la didattica dell’architettura (CISDA) del Politecnico di Torino, passa alla fase esecutiva.
Dopo dodici mesi di collaborazione tra i tecnici dell’azienda, i docenti tutors e gli studenti vincitori di un’apposita borsa di studio, ha preso forma il documento progettuale completo, che ha dato a Woodbox un’immagine architettonicamente definita.
Il progetto, selezionato e finanziato tramite una misura di sostegno alla ricerca promossa dall’Unione Europea, è finalizzato allo studio di un modulo abitativo in legno, ottenuto tramite un sistema di modellazione parametrica che tiene conto dei requisiti dell’utente e della scansione del sito; il risultato è un modulo biomorfo, cioè evocativo di forme organiche.
Altra caratteristica chiave è l’attenzione all'ambiente, infatti il modulo è reversibile ed energeticamente attivo.
Il sistema abitativo Woodbox nasce infatti dall’esigenza di creare insediamenti che rispondano ai mutati stili di vita, al rispetto dell’ambiente ed all’esigenza di provvedere allo smaltimento dell’edificio a fine vita.
Le esigenze del committente e i dati del sito quali orientamento, esposizione, orografia, ecc. vengono combinati in una matrice che, processata dal software di modellazione, restituisce una combinazione modulare di elementi interni coperti ed un esoscheletro esterno che li avvolge, costituendo il tessuto connettivo tra il “contenitore abitativo” e l’ambiente naturale e/o artificiale circostante.
Ne deriva un abaco progettuale modulare, logisticamente ed economicamente governabile.
Il sistema Woodbox permette di realizzare sistemi abitativi di dimensioni e destinazioni d’uso differenti, partendo dagli stessi elementi costituitivi di base ma con un design sempre nuovo.
Nel corso del 2010 verrà realizzato il primo prototipo di edificio realizzato con questo sistema.
Il progetto rientra nelle politiche di finanziamento ai poli di innovazione promosse dalla Unione Europea tramite la Regione Piemonte.
Il sito prescelto è quello di Environment Park a Torino, capofila del polo di innovazione per la Bioarchitettura e l’Idrogeno.
Il prototipo sarà un edificio cosiddetto off-grid, cioè autosufficiente e sostenibile, con destinazione d’uso ad uffici ed simbioticamente immerso nella natura del parco.
Avendo adottato il legno come materiale di eccellenza, il progetto è stato tra l’altro selezionato per la partecipazione alla World Conference of Timber Engeneering (WCTE) 2010, prevista per giugno a Riva del Garda, che costituirà la vetrina per il lancio ufficiale del sistema Woodbox.